3 Agosto 2013

Tunisia - Raid aerei dell'esercito sui jihadisti

Tempo di lettura: < 1 minute

Continua a salire la tensione in Tunisia, dove il governo ha ordinato un attacco massiccio contro una formazione jihadista attestata sui monti Chaambi, al confine con l’Algeria. L’attacco è avvenuto in reazione alla strage di otto militari, trovati sgozzati in zona alcuni giorni fa. Ed è una risposta alle accuse di connivenza con l’estremismo salafita che vengono rivolte al partito di governo, Ennahda. Un’accusa che, dopo l’omicidio di Mohamed Brahmi – uno dei leader dell’opposizione –, è diventata aperta contestazione. 

Difficile che l’operazione militare lanciata in questi giorni possa far abbassare la tensione. Il confronto tra Ennahda e l’opposizione laica continua. Con i gruppi salafiti pronti a introdurre in questo confronto le loro variabili impazzite.