16 Luglio 2012

Tracce di Polonio sugli effetti personali di Arafat

Tempo di lettura: < 1 minute

«Tracce di polonio sono state trovate sugli effetti personali di Yasser Arafat. La notizia è stata data dal portavoce dell’Istituto svizzero di Radiofisica di Losanna che ha esaminato i vestiti, lo spazzolino e la kefiah di Arafat, trovando effettivamente tracce di polonio-210, un metalloide altamente radioattivo raro. Questa rivelazione, subito ripresa da Al Jazeera in un documentario, riapre il giallo sulla morte improvvisa del leader palestinese avvenuta per una malattia repentina e misteriosa in un ospedale parigino l’11 novembre 2004. In quell’occasione infatti funzionari francesi rifiutarono di dare i dettagli sulle condizioni di salute del leader palestinese, citando le leggi sulla privacy e alimentando di fatto i sospetti del popolo palestinese che a lungo ha ipotizzato che Arafat fosse stato avvelenato. Ipotesi e dubbi che trovano adesso conferma nelle parole dei ricercatori dell’istituto svizzero». Così sulla Repubblica del 4 luglio.