12 Giugno 2013

Erdogan caccia i giovani da piazza Taksim

Tempo di lettura: < 1 minute

Pugno di ferro del regime contro i manifestanti che si erano accampati a piazza Taksim. La piazza è stata sgomberata con la forza. Nell’operazione si sono registrati diversi feriti. Un’inversione di rotta da parte di Erdogan che il giorno precedente si era detto pronto a incontrare una delegazione di manifestanti (ma gli oppositori avevano denunciato l’iniziativa coma una farsa). Tolleranza zero, dunque, come annunciato dal premier turco, verso la rivolta che ha infiammato Istanbul e diverse città turche. Arrestati anche cinquanta avvocati che avevano simpatizzato con i ragazzi della piazza. 

L’opposizione parla di torture e molestie contro gli arrestati e di un apparato repressivo che inizia a muoversi con feroce determinazione. E teme un ritorno agli anni bui dei militari. Momento delicato, a rischio di imprevisti.