22 Maggio 2013

Papa Francesco: tutti possono fare il bene, non solo i cattolici

Tempo di lettura: < 1 minute

Il Signore ha redento tutti con il suo sangue: «tutti, non soltanto i cattolici […]. E questo sangue ci fa figli di Dio di prima categoria! Siamo creati figli con la somiglianza di Dio e il sangue di Cristo ci ha redenti tutti!». Così Papa Francesco nella Messa del 22 maggio in Casa Santa Marta. Il Signore, ha spiegato il pontefice, «fa il bene e tutti noi abbiamo nel cuore questo comandamento: fai il bene e non fare il male. Tutti. “Ma, padre, questo non è cattolico! Non può fare il bene!”. Sì, può farlo […]. Perché ha questo comandamento dentro. “Ma, padre, questo non è cristiano, non può farlo!”. Sì, può farlo. Deve farlo. Invece, questa chiusura di non pensare che si possa fare il bene fuori, tutti, è un muro che ci porta alla guerra e anche a quello che alcuni hanno pensato nella storia: uccidere in nome di Dio. Noi possiamo uccidere in nome di Dio. E quello, semplicemente, è una bestemmia». Il Pontefice ha ricordato che oggi è la festa di santa Rita, Patrona delle cose impossibili, e ha detto: «chiediamo a lei questa grazia, questa grazia che tutti, tutti, tutte le persone facciano il bene […] perché tutti siamo figli di Dio: tutti, tutti! E Dio ci vuole bene, a tutti! Che Santa Rita ci conceda questa grazia, che sembra quasi impossibile».