Riquadri

16 settembre

Matisse, L'italienne

Un amico non particolarmente propenso agli entusiasmi, quest’estate mi ha chiamato solo per dirmi quanto l’avesse stregato questo quadro, visto in vacanza al Guggenheim di Bilbao. Non posso non dargli ragione. Il quadro lo avevo visto alla bella mostra di Matisse alle

3 agosto

Pino Sciola, La musica delle pietre

Tirar fuori musica dalle pietre. Pino Sciola, grande scultore sardo, morto pochi mesi fa, per tutta la vita ha umilmente inseguito un suono: quello custodito dai grandi massi di basalto o di calcare che contraddistinguono il paesaggio del suo paese, San Sperate, una trentina di

19 luglio

Ai Weiwei, Flowers

C’è un elemento che caratterizza il paesaggio dell’isola di Lesbos da quando è iniziato il grande flusso di migranti provenienti dalla Turchia: sono i giubbotti di salvataggio  di cui vengono dotati i profughi per la traversata e che vengono abbandonati una volta

27 giugno

De Chirico, Il ritorno del figliol prodigo

Tra i titoli dei temi di maturità di quest’anno è comparso anche un quadro: è Il ritorno del figliol prodigo di Giorgio De Chirico. Un quadro dipinto nel 1922 e conservato al Museo del Novecento di Milano.   È un’opera tipica del grande artista, ambientata nello

7 giugno

Sigmar Polke, In fuga

A Venezia, a Palazzo Grassi è in corso la mostra di uno dei più importanti artisti a cavallo tra secondo e terzo millennio. Si chiama Sigmar Polke, artista tedesco morto nel 2010. Polke insieme a Gehrard Richter e ad Anselm Kiefer compone la triade di tre maestri, tutti

31 maggio

Caravaggio, Amorino dormiente

Un bambino addormentato,  abbandonato a un sonno profondo per nulla turbato dal fiotto di luce che lo colpisce proprio sul grembo e di rimbalzo anche sul volto.  È nudo, e dorme sulla terra nuda, ma non ha affatto l’aria patita: la faccia è bella paffuta e sembra

13 maggio

Andrea Mastrovito, Opere di misericordia

Come si possono dipingere oggi le sette opere di misericordia? La domanda non è peregrina, visto che praticamente da quattro secoli nessun artista di rilievo si è cimentato nell'impresa. Cioè dopo Caravaggio, nessuno. Ci voleva quindi un artista audace per