Riquadri

7 giugno

Sigmar Polke, In fuga

A Venezia, a Palazzo Grassi è in corso la mostra di uno dei più importanti artisti a cavallo tra secondo e terzo millennio. Si chiama Sigmar Polke, artista tedesco morto nel 2010. Polke insieme a Gehrard Richter e ad Anselm Kiefer compone la triade di tre maestri, tutti

31 maggio

Caravaggio, Amorino dormiente

Un bambino addormentato,  abbandonato a un sonno profondo per nulla turbato dal fiotto di luce che lo colpisce proprio sul grembo e di rimbalzo anche sul volto.  È nudo, e dorme sulla terra nuda, ma non ha affatto l’aria patita: la faccia è bella paffuta e sembra

13 maggio

Andrea Mastrovito, Opere di misericordia

Come si possono dipingere oggi le sette opere di misericordia? La domanda non è peregrina, visto che praticamente da quattro secoli nessun artista di rilievo si è cimentato nell'impresa. Cioè dopo Caravaggio, nessuno. Ci voleva quindi un artista audace per

28 aprile

Rembrandt, Fanciulla alla finestra, 1645

Questo è uno di quei quadri che non hanno nulla di speciale. Non hanno una ragion d’essere precisa. Ti chiedi perché un giorno un grande artista come Rembrandt cui certo le commissioni non mancavano si impuntasse a dipingere un quadro come questo, che è evidentemente una

8 aprile

Boccioni, La madre; Dimensioni astratte

Il rapporto tra Boccioni e la mamma è qualcosa di insolito e raro nelle biografie degli artisti del '900: forse solo la relazione tra Andy Warhol e Julia Warhola può essere in qualche modo paragonabile (ma nel caso dell’iniziatore della pop art forse la sua omosessualità

25 marzo

la Crocifissione di Santa Maria Antiqua

Da poche settimane è stato riaperto uno dei luoghi più straordinari di Roma: è la basilica di Santa Maria Antiqua, uno dei più antichi luoghi di culto dedicati a Maria, costruito nel cuore del Foro Romano dai Bizantini nel VI secolo come cappella palatina appunto

15 marzo

Jannis Kounellis, Svelamento

Come si può oggi rappresentare la Crocifissione del Signore? È una domanda che penso inquieti qualsiasi vero artista, che sa di non poter ripetere modelli del passato perché ogni epoca nella rappresentazione della Crocifissione ha buttato dentro se stessa, il proprio

per sostenere il piccolenote