Riquadri

27 novembre

Delacroix, il sonno di Gesù

Eugéne Delacroix, grande e generoso artista francese dell’800, dipinse con uno slancio appassionato tanti soggetti tratti dalla storia sacra. Lo fece nella convinzione che quei soggetti che venivano percepiti come soggetti del passato, potessero essere declinati in modo

11 novembre

Il manifesto di Rodchenko

Per un americano sapere che il manifesto più famoso, replicato (e bello) del mondo è di marca sovietica deve suonare come uno smacco. Tanto più che non reclamizza hamburger o cellulari, ma libri. Sono i 100 anni della Rivoluzione Russa ed è quindi l’occasione giusta

20 ottobre

Caravaggio, Marta e Maria

Alla mostra di Caravaggio aperta in questi mesi a Milano è arrivato dal Museo di Detroit un capolavoro che non mi era mai capitato di vedere. È un quadro che rappresenta il soggetto di Marta che dialoga con Maria. Si vede la sorella operosa che indottrina intensamente la

28 settembre

Pablo Picasso, saltimbanco

La mostra appena aperta alle Scuderie del Quirinale a Roma documenta proprio questo momento straordinario in cui a Picasso riusciva tutto facile e tutto allo stesso tempo monumentale. In quel 1923 Picasso aveva dipinto una serie di quadri destinati a diventare iconici. E

12 settembre

Gaudenzio Ferrari, Natività di Maria

Gaudenzio Ferrari, un grande artista, soprattutto uno degli artisti più “umani”, ha un record: nessuno come lui ha dipinto tante volte il soggetto della Nascita di Maria, che la Chiesa ricorda, con una festa che si rinnova ogni anno, l'8 settembre. Per chi fosse curioso

13 luglio

Picasso, Due donne che corrono sulla spiaggia

Picasso 1922. Sono gli anni del grande amore per Olga Khochlova, la ballerina russa dei balletti di Segej Djagilev che aveva sposato nel 1918 in una chiesa russo ortodossa di Parigi. A febbraio del 1921 Olga gli aveva anche dato un figlio, Paulo.   Per Picasso è una

21 giugno

Vincent Van Vogh, Siesta

Vincent Van Vogh aveva davvero l’estate nel cuore e negli occhi. Quando nel 1888 decise di andare nel Sud della Francia, vi andò in particolare per cercare e sperimentare l’estate nella sua massima intensità (o gloria, come lui scrive nelle lettere).

per sostenere il piccolenote