Postille

29 luglio

Usa: attacco al cuore dell’amministrazione Trump

Si stringe il cerchio attorno a Donald Trump. Anzitutto il Congresso ha rinnovato le sanzioni contro la Russia, togliendo al presidente la facoltà di farle decadere o alleviarle. Un vero e proprio attacco alle prerogative presidenziali, più che inusuale nella storia degli

27 luglio

Al Aqsa: Israele toglie gli apparati di controllo

La situazione alla Spianata delle moschee, dov'è ubicata la moschea di al Aqsa, uno dei luoghi più sacri dell'islam, sembra essersi normalizzata dopo giorni di fuoco. Israele ha prima rimosso i metal detector per poi porre fine anche alle altre misure di sicurezza disposte

26 luglio

Libia: di accordi francesi e lacrime italiane

«C'è accordo tra Fayez al-Sarraj e Khalifa Haftar, i due principali contendenti dello caos libico. A promuoverlo è stato Emmanuel Macron, che ha ospitato il vertice che ha visto la stretta di mano dei due. Appena eletto presidente, il nuovo inquilino dell'Eliseo mette a

22 luglio

Al-Aqsa: gli apparati di sicurezza israeliani avevano ragione

Altissima la tensione in Israele, dove la situazione è «estremamente pericolosa e può andare fuori controllo», come ha detto l'assistente di Abu Mazen, Nabil Abu Rdeneh (vedi The Guardian). Già, fuori controllo: questo l'allarme che rimbalza sui media di tutto il mondo

18 luglio

Il pragmatismo di Trump (e dei suoi generali)

  L'amministrazione Trump lunedì ha rinnovato l'accordo sul nucleare iraniano nonostante fossero tante le voci contrarie. Tra queste, quelle di quattro senatori repubblicani (tra cui i due ex candidati alla Casa Bianca Marco Rubio e Ted Cruz), che avevano redatto una

17 luglio

Monete complementari e dintorni

  Le cronache di questi giorni stanno portando alla ribalta notizie riguardanti monete complementari e criptovalute, in altre parole forme diverse di monete elettroniche.   Ai più risulteranno sconosciute, eppure qualcuno avrà notato che le notizie su queste

14 luglio

Marcon e Trump: convergenze sulla Siria

«Tante cose importanti sono successe in questa visita parigina di Donald Trump, invitato a festeggiare la ricorrenza della révolution  da Emmanuel Macron». Inizia così un pezzo che ho scritto per gli Occhi della guerra e che spiega quanto emerso in questo viaggio in

per sostenere il piccolenote