Postille

18 giugno

Il redivivo Mohamed bin Salman e Putin

Una sorpresa geopolitica nel mondiale delle sorprese calcistiche: Mohamed bin Salman (MbS) è tornato. Notizia che ha avuto meno risonanza dello stop di Argentina, Brasile e Germania, ma non meno importante. La scomparsa di Mohamed bin Salman Il principe ereditario dell'Arabia

15 giugno

Tolkien: lettera al figlio. Sulla preghiera

John Ronald Reuel Tolkien e l'importanza della preghiera. In un articolo pubblicato sul sito dell'Associazione don Giacomo Tantardini una della tante lettere che l'autore del Signore degli Anelli ha scritto a Christopher, uno dei suoi quattro figli. Sulla preghiera appunto

15 giugno

Corea del Nord: Pompeo difende Trump

Dopo che l'incontro trionfale tra Trump e Kim Jong-un ha scritto la storia, quella locale, relativa alla pace inter-coreana, e quella mondiale, relativa alla distensione globale, la vicenda del nucleare coreano torna alla cronaca. Ieri il Segretario di Stato americano Mike

14 giugno

Yemen: l’attacco a Hodeyda o dell’ecatombe

Le forze degli Emirati Arabi Uniti e dell'Arabia Saudita hanno attaccato il porto di Hodeyda (al Hudaida), nel tentativo di strapparlo agli houti. Sono ormai tre anni che i ribelli hanno detronizzato il presidente Abdrabbuh Mansour Hadi che le petromonarchie del Golfo stanno

14 giugno

Il cinismo di monsieur Macron e il nervosismo italiano

Continua la crisi tra Francia e Italia avviata dalle ciniche e irresponsabili dichiarazioni di Emmanuel Macron sulla vicenda dei migranti della nave Aquarius, per usare termini usati dallo stesso per attaccare l'Italia. Il cinismo irresponsabile di Macron Tanti hanno infatti

12 giugno

Kim e Trump scrivono una pagina di storia

Donald Trump e Kim Jong-un hanno fatto la storia. L'incontro di Singapore è andato come previsto. I due si sono incontrati, hanno parlato e hanno firmato un accordo "storico", come viene definito anche nel documento ufficiale. Trump, si legge nel trattato, si impegna a

11 giugno

G7 e Sco: globalizzazione e bipolarismo Oriente-Occidente

Due immagini icastiche quelle che ieri hanno girato il mondo: una è del G7 e vede i leader europei attorno alla Merkel con i pugni sul tavolo che guarda torva Trump, il quale a sua volta, a braccia conserte, esprime tutto il suo distacco verso i suoi interlocutori. L'altra