Postille

26 settembre

La Germania e la svolta a destra dell’Occidente

Non solo l'estrema destra, le elezioni tedesche hanno dato un altro netto vincitore, Christian Lidner, che ha riportato i liberali al Bundestag, dal quale erano stati estromessi dopo il crollo delle ultime elezioni. Il suo partito ha preso oltre il 10% dei consensi e si

26 settembre

Kurdistan: si vota per l’indipendenza

Si sta votando nel Kurdistan iracheno e la posta in palio è la nascita di uno Stato curdo. Un referendum importante che se da un lato porta a compimento l'aspirazione di un popolo apolide, disperso tra varie nazioni del Medio oriente, dall'altro viene visto come una

25 settembre

Elezioni Germania: il crollo del Muro di Berlino

La scontata vittoria di Angela Merkel non è stata priva di colpi di scena: i media riportano in parallelo, e come prima notizia, l'affermazione dell'Afd, il partito nazionalista (il cui accostamento al nazismo è esercizio facile e altrettanto indebito) e il netto regresso

21 settembre

La Catalogna e la Paura

Gli arresti di alcuni  dei protagonisti del referendum sull'indipendenza della Catalogna e l'intervento massiccio delle forze dell'ordine spagnole per evitare tale consultazione ferisce al cuore l'Europa. Una repressione che ricorda quella franchista, annotano gli analisti.

19 settembre

La vittoria dell’inutile Merkel

Il 24 settembre si voterà in Germania. Elezioni che appaiono scontate: vincerà Angela Merkel, punto. Tanti i fattori che determineranno tale esito. Anzitutto la mancanza di uno sfidante credibile, ché Martin Schulz, il cavallo socialdemocratico, è una figura scialba,

18 settembre

Una riconciliazione nazionale per la Palestina

Ha fatto il giro del mondo l'annuncio di Hamas, che domenica si è detto pronto a riconciliarsi con Fatah. I rapporti tra Hamas e Fatah si sono rotti nel 2007, quando il movimento islamico ha preso il controllo della Striscia di Gaza sottraendolo all'amministrazione del

15 settembre

Il dramma dei Rohingya e il Kosovo

In Birmania, sotto gli occhi di tutto il mondo, si sta consumando una crisi umanitaria devastante, che vede il popolo Rohyngia schiacciato sotto il peso di una persecuzione senza precedenti. Da sempre i Rohyngia, che vivono nello stato (regione) di di Rakhine, sono

per sostenere il piccolenote