Postille

21 settembre

La Catalogna e la Paura

Gli arresti di alcuni  dei protagonisti del referendum sull'indipendenza della Catalogna e l'intervento massiccio delle forze dell'ordine spagnole per evitare tale consultazione ferisce al cuore l'Europa. Una repressione che ricorda quella franchista, annotano gli analisti.

19 settembre

La vittoria dell’inutile Merkel

Il 24 settembre si voterà in Germania. Elezioni che appaiono scontate: vincerà Angela Merkel, punto. Tanti i fattori che determineranno tale esito. Anzitutto la mancanza di uno sfidante credibile, ché Martin Schulz, il cavallo socialdemocratico, è una figura scialba,

18 settembre

Una riconciliazione nazionale per la Palestina

Ha fatto il giro del mondo l'annuncio di Hamas, che domenica si è detto pronto a riconciliarsi con Fatah. I rapporti tra Hamas e Fatah si sono rotti nel 2007, quando il movimento islamico ha preso il controllo della Striscia di Gaza sottraendolo all'amministrazione del

15 settembre

Il dramma dei Rohingya e il Kosovo

In Birmania, sotto gli occhi di tutto il mondo, si sta consumando una crisi umanitaria devastante, che vede il popolo Rohyngia schiacciato sotto il peso di una persecuzione senza precedenti. Da sempre i Rohyngia, che vivono nello stato (regione) di di Rakhine, sono

14 settembre

La Turchia si allontana dalla Nato

Il 13 settembre «il presidente Recep Tayyip Erdogan ha annunciato che la Turchia ha fatto ulteriori passi avanti per l'acquisto del sistema missilistico S-400 russo» riporta Anadolu. Un annuncio che ha trovato poca eco mediatica sebbene sia di notevole rilevanza

13 settembre

Il Kurdistan e l’instabilità del Medio Oriente

«Israele sostiene le legittime aspirazioni del popolo curdo alla creazione di un proprio Stato», così Benjamin Netanyahu in una dichiarazione del 13 settembre. È la prima volta che il primo ministro israeliano si pronuncia in modo così esplicito sul tema. La

11 settembre

Siria: la liberazione di Deir Ezzor

Mentre l'attenzione internazionale si concentra, giustamente, sui disastri ambientali che stanno percuotendo il mondo (dal Messico all'America alla più vicina e cara Italia), e sulla crisi coreana, sulla quale non sono emerse novità di fondo, poca attenzione viene prestata a

per sostenere il piccolenote