Postille

21 giugno

Il presidente degli Stati Uniti va in Russia

No, il titolo non si riferisce a Donald Trump, ma a John Bolton, la cui visita in Russia è stata annunciata oggi dal portavoce del Cremlino. E no, non è un titolo per attirare l'attenzione: nasce, infatti, dalla constatazione dei rapporti di forza all'interno della Casa

20 giugno

Piccole note a margine sui migranti

Entrare nel tema dei migranti è esercizio arduo: si suscitano reazioni e si perdono lettori (problema grande per i grandi giornali, non per noi, che siam piccoli e al massimo così restiamo). Ma val la pena tentare di spendere due righe. Non tanto per dire la nostra, che

19 giugno

Le guerre spaziali di Trump

Guerre spaziali per Trump, che vuole creare una Space Force a fianco degli altri cinque rami tradizionali della Difesa americana, la U.S. Air Force, la U.S. Navy etc. "Quando si tratta di difendere l'America", ha dichiarato, "non è sufficiente avere una presenza americana

18 giugno

Il redivivo Mohamed bin Salman e Putin

Una sorpresa geopolitica nel mondiale delle sorprese calcistiche: Mohamed bin Salman (MbS) è tornato. Notizia che ha avuto meno risonanza dello stop di Argentina, Brasile e Germania, ma non meno importante. La scomparsa di Mohamed bin Salman Il principe ereditario dell'Arabia

15 giugno

Tolkien: lettera al figlio. Sulla preghiera

John Ronald Reuel Tolkien e l'importanza della preghiera. In un articolo pubblicato sul sito dell'Associazione don Giacomo Tantardini una della tante lettere che l'autore del Signore degli Anelli ha scritto a Christopher, uno dei suoi quattro figli. Sulla preghiera appunto

15 giugno

Corea del Nord: Pompeo difende Trump

Dopo che l'incontro trionfale tra Trump e Kim Jong-un ha scritto la storia, quella locale, relativa alla pace inter-coreana, e quella mondiale, relativa alla distensione globale, la vicenda del nucleare coreano torna alla cronaca. Ieri il Segretario di Stato americano Mike

14 giugno

Yemen: l’attacco a Hodeyda o dell’ecatombe

Le forze degli Emirati Arabi Uniti e dell'Arabia Saudita hanno attaccato il porto di Hodeyda (al Hudaida), nel tentativo di strapparlo agli houti. Sono ormai tre anni che i ribelli hanno detronizzato il presidente Abdrabbuh Mansour Hadi che le petromonarchie del Golfo stanno