Mondo

10 luglio

Gli sciiti e “l’errore storico” di Israele

Riportiamo un passaggio di un articolo di Ben Caspit pubblicato il 5 luglio su Al Monitor: «In Israele ci sono persone che confessano come sia stato un "grave errore storico" l'aver iniziato un conflitto con gli sciiti piuttosto che accettarli e allearsi con loro, proprio

7 luglio

Omertà britannica su Regeni

«Lo studio sui sindacati indipendenti egiziani di Giulio Regeni è "confidenziale". È una specie di facoltà di non rispondere, quella di cui si avvale l’Università di Cambridge, interpellata con rogatoria internazionale dalla Procura della Repubblica di Roma

7 luglio

La Polonia vuole creare l’Intermarium

Il 6 luglio Donald Trump è sbarcato Europa, in Polonia, tappa intermedia in vista del G20 di Amburgo. Qui si è fatto vedere al consesso convocato dalla presidenza polacca per l'Iniziativa dei Tre mari, al quale ha dato la sua benedizione.   Ne scrive Maria Serena

7 luglio

Il Russiagate tra Putin e Trump

In vista dell'incontro tra Trump e Putin a margine del G20, Rosalba Castelletti, sulla Repubblica del 7 luglio, interpella Suzanne Massie, che ebbe un piccolo ma significativo ruolo nel disgelo russo-americano ai tempi di Reagan e Gorbacev (aiutò il presidente americano a

5 luglio

Corea del Nord: serve un’area di tregua strategica

Un nuovo test missilistico da parte della Corea del Nord e la tensione in estremo Oriente sale a livello preoccupante. Anche perché si aggiunge a quella già accumulata negli ultimi giorni a causa di alcune improvvide iniziative americane (la fornitura di armi a Taiwan,

3 luglio

Soros, la Brexit e le sorti progressive dell’Unione

«Per completare la Brexit ci vorrebbero comunque almeno cinque anni, durante i quali verrebbero indette nuove elezioni. E se tutto andasse per il verso giusto, le due parti [la Ue e la Gran Bretagna ndr.] potrebbero pensare di risposarsi prima ancora di aver divorziato».

30 giugno

Putin incontra Kissinger

«Il presidente russo Vladimir Putin giovedì scorso ha ricevuto al Cremlino l'ex Segretario di Stato americano Henry Kissinger, riferisce un comunicato.   La nota non ha dato indicazioni riguardo i temi della discussione, ha solo riferito che Kissinger si trovava in

per sostenere il piccolenote