Mondo

15 marzo

Nuova Zelanda: la strage Christchurch

Un attacco "ben pianificato", questo il commento  del premier neozelandese Jacinda Ardern all'eccidio di Christchurch, che ha causato 49 morti, destinati a salire dato che ci sono 20 feriti gravi. E poteva andare peggio, dato che la polizia ha disinnescato ordigni esplosivi

14 marzo

Ethiopian airlines: quelle oscillazioni di 15 secondi che accusano la Boeing

Una strana somiglianza accomuna il recentissimo schianto del Boeing 737 Max della Ethiopian Airlines avvenuto ad Addis Abeba, e l’incidente, sempre di un 737 Max, della Lion Airlines, verificatosi a ottobre in Indonesia. Un report del New York Times cerca di chiarire le

14 marzo

Gilet gialli: uso eccessivo della forza?

Dall'inizio della protesta dei gilet gialli le azioni repressive della polizia durante le manifestazioni sollevano polemiche. Particolarmente criticato l'uso dell'Lbd (lanceur de balle de défense) che, in dotazione alle squadre antisommossa francesi, ha causato nei 4 mesi di

14 marzo

Venezuela: incendi, blackout e disinformazione

Un filmato pubblicato dal New York Times il 10/03/19 scagiona Nicolás Maduro dall'accusa di aver incendiato gli aiuti umanitari che gli Stati Uniti avevano inviato in Venezuela a fine febbraio. Aiuti che sono stati al centro di un'accesa controversia, dato che Caracas li

14 marzo

Afghanistan tra oppio, terrorismo e guerra. Il businnes infinito

Continuano le trattative tra Washington e talebani in vista di un ritiro degli Usa dall'Afghanistan. Iniziativa che (forse) porrà fine a un capitolo della "guerra infinita" iniziata da George W. Bush. Un capitolo, quello afghano, che vede l'intreccio inestricabile di

13 marzo

Elezioni in Algeria, le opposizioni in piazza contro Bouteflika

Abdelaziz Bouteflika rinuncia a candidarsi per la quinta volta alla presidenza algerina. Una vittoria delle opposizioni scese in piazza per protestare contro la sua quinta ricandidatura, stanca di un sistema che si identificava con il vecchio politico algerino (al potere da

9 marzo

La polemica sull'influenza della lobby ebraica negli Usa

Ilham Omar, prima islamica eletta al Congresso americano, è al centro di un'accesa controversia internazionale. Già invisa a molti ambiti ebraici per il suo sostegno al movimento Bds - che sostiene il boicottaggio dei prodotti israeliani provenienti dai territori