Mondo

18 agosto 2020

Tremonti: la pandemia e la magia del dio denaro

Intervista di Giulio Tremonti sul Giornale in occasione del suo compleanno. Solita lucidità, solito realismo. Ripete quel che difficilmente viene detto altrove, cioè che la pandemia è un accidente della crisi in atto, che tutta deriva dalla follia dell'aver ceduto la

13 agosto 2020

L'accordo Israele-Emirati e l'apertura di Macron all'Iran

Israele e gli Emirati Arabi Uniti si accordano per normalizzare le relazioni. Un'intesa che viene salutata come storica, annunciata al mondo da Donald Trump, che ha dichiarato che gli Stati Uniti hanno fatto la loro parte per far interagire i due Paesi. Gli Emirati Arabi

13 agosto 2020

Aiutiamo il Libano

Non ci sono solamente le 200 vittime dell'esplosione che, lo scorso 4 agosto, ha colpito Beirut. Ci sono anche 300mila persone che non hanno più una casa, un Paese messo in ginocchio da mesi di crisi politica ed economica. Se si guardano i video registrati dai droni, sembra di

13 agosto 2020

La Harris e il declino dell'Impero americano

"Joe Biden ha fatto la scelta che ha massimizzato le sue possibilità di continuare la campagna in questo referendum su Trump [tali sono diventate le presidenziali, ndr.], selezionando una figura il cui curriculum suggerisce che è pronta a intervenire, se e quando Biden

12 agosto 2020

Usa: la scelta della Harris e la vittoria della Omar

Joe Biden ha scelto Kamala Harris, donna nera ed ex procuratore della California, come sua vicepresidente, perdendo così il braccio di ferro ingaggiato con l'establishement del suo partito, che spingeva in tale direzione. Se Biden fosse stato convinto della scelta, l'avrebbe

11 agosto 2020

La Russia vince la corsa al vaccino, ma non vale...

La Russia ha annunciato di avere il vaccino del coronavirus e che a settembre inizierà a produrlo in maniera massiva. Vince così la gara globale innescata dalla pandemia. Una notizia fausta, ma, al solito, politicizzata. L'Occidente non può accettare un simile scacco, da

11 agosto 2020

Beirut: il nitrato di ammonio era diretto ai ribelli siriani

A provocare l'esplosione di Beirut sono state tonnellate di nitrato di ammonio immagazzinate in un magazzino del porto. E questo si sa. Nota anche la nave che trasportava quel carico. Non si sa ancora cosa abbia fatto detonare il materiale, punto oscuro sul quale circolano tesi