Mondo

31 agosto 2020

Abe dimissionario: per l'Asia è una scossa sismica

Con le dimissioni causa malattia di Shinzo Abe sembra che Il Giappone sia stato investito da un nuovo tsunami dopo quello che l'ha travolto in quel nefasto 11 marzo 2011. Almeno questa è l'impressione di due autorevoli testate come il cinese Global Times e l'americano National

28 agosto 2020

Riparte il maccartismo: Putin ha avvelenato Navalny...

Il maccartismo di ritorno, ancor più caricaturale di quello precedente, ha individuato il colpevole dell'avvelenamento di Alexey Navalny: Vladimir Putin. Nessuna inchiesta, processo rapido, praticamente istantaneo, e il reo è stato subito individuato e condannato

28 agosto 2020

Elezioni Usa: prove di rivoluzione colorata

Hillary Clinton ha consigliato-ammonito Biden di non concedere "in nessun caso" la vittoria a Trump in caso di sconfitta alle elezioni. E di approntare una macchina legale per far valere le proprie ragioni. Ha motivato la sua inquietante dichiarazione allarmando i suoi sul

20 agosto 2020

Breaking News: Bannon arrestato, Navalny avvelenato

Due notizie fanno il giro del mondo nello stesso giorno: l'avvelenamento di Aleksej Navalny, considerato in Occidente come grande oppositore di Putin, e l'arresto di Steve Bannon, identificato non solo come consigliere e ideologo di Trump, ma addirittura come l'artefice della

20 agosto 2020

Draghi o dell'improduttivo

Grande eco di entusiasti per il Discorso di Draghi. D'altronde la corsa a salire sul carro del vincitore è sport antico e accettato. Ma risulta straniante individuare in un altro uomo della provvidenza - suo malgrado - l'Artefice e Sommo Sacerdote della Ricostruzione post

19 agosto 2020

Obama, Sanders e l'Opa sul magmatico partito dem

Qualcosa sta cambiando nel partito democratico, sotto la spinta di Obama e Sanders che hanno lanciato un'Opa sui dem, come dimostra il rilievo dato all'intervento dell'ex first lady Michelle Obama alla Convention che deve ufficializzare la candidatura di Joe Biden alla Casa

18 agosto 2020

Omicidio Hariri: il Tribunale dell'Aja scrive la storia

Dopo quindici anni, il verdetto sull'omicidio di Rafik Hariri, influente uomo politico libanese che nel 2005 fu fatto saltare in aria insieme al suo corteo e a qualche palazzo di Beirut. Ed è arrivata la sorpresa. Il Tribunale internazionale ha infatti dichiarato che nulla