Mondo

10 maggio

Usa-Cina: guerra commercial-nucleare

Sono scattati i nuovi dazi contro la Cina annunciati da Trump, una bomba nucleare sui rapporti tra le due potenze. Il Dragone ha detto che reagirà, eppure i colloqui vanno avanti. Un'escalation commerciale accompagnata da provocazioni militari nel Mar cinese meridionale

10 maggio

Guerra all'Iran: spinte belliche e apparati frenanti

"C'è aria di guerra". Così Conor Friedersdorf su The Atlantic l'8 maggio. Già, gli Stati Uniti non sono mai stati tanto aggressivi. È un riflesso condizionato: l'Impero che si è immaginato globale vede eroso il suo sogno egemonico che reputava irrevocabile. A

9 maggio

Proxy wars, la dannosa procura bellica

Ci sono diversi tipi di conflitti e in epoca moderna sì è potuto assistere alla proliferazione delle “proxy wars” o guerre per procura. Si tratta di guerre che vedono il supporto di Paesi terzi a fianco delle parti in conflitto. I motivi di una guerra per procura sono

8 maggio

Iran: la guerra è vicina come mai prima d'ora

Gli Usa inviano la portaerei Abraham Lincon verso i mari iraniani e schierano i B-52 nella base di Udeid (Qatar). La guerra contro l'Iran non è mai stata così vicina. A rilanciare l'opzione militare è stata la vittoria di Netanyahu alle recenti elezioni israeliane:

7 maggio

Cina e Usa: il differenziale economico dato dalla guerra

Cina e Stati Uniti sono impegnate in una guerra commerciale senza precedenti. Combattuta a suon di tariffe protezionistiche: la lotta per il monopolio dell'economia globale tra i due colossi ha conseguenze dannose in tutto il mondo. Da quando Trump ha dato il via allo

7 maggio

La guerra di Gaza: Netenyahu-Hamas nemici indispensabili

Tra sabato e domenica un altro conflitto tra Gaza e Israele: quattro le vittime  israeliane e venticinque palestinesi, centinaia i feriti. Lo scontro più duro degli ultimi anni. Tregua a Gaza: critiche a Netanyahu Domenica il cessate il fuoco. Dalla Striscia hanno deposto

7 maggio

Trump e la trattativa sulla fine dell'egemonia globale

La lunga conversazione telefonica tra Trump e Putin ha avuto scarsa eco sui media d'Occidente, che ormai si sono ritagliati il ruolo di custodi di un ordine mondiale pregresso che l'evoluzione del mondo sta mettendo sempre più in crisi. Ma al di là delle considerazioni di