Mondo

prev
prev
Archivio
2 giugno 2017

Noriega e il Mossad

Una curiosa spy story è stata rivelata di recente dal giornale israeliano Yedioth Ahronth: «L'ex dittatore militare panamense Manuel Noriega, morto all'inizio di questa settimana all'età di 83 anni, ha avuto legami segreti» con l'intelligence israeliana «e ha fornito assistenza in

2 giugno 2017

L’ambasciata Usa in Israele resta a Tel Aviv

«Il presidente americano Donald Trump ha firmato un provvedimento che rinvia lo spostamento dell’ambasciata americana a Gerusalemme. Il provvedimento scade ogni sei mesi e l’ultima volta era stato siglato da Barack Obama. Trump quindi per ora non mantiene la promessa che aveva fatto in

1 giugno 2017

Corea del Sud: il Thaad clandestino

  Un piccolo, grande giallo, è esploso in Corea del Sud. Lo spiega l'Agenzia Asianews il 31 maggio in questo modo: «Il ministero della Difesa ha tenuto nascosta al presidente Moon Jae-in la consegna da parte degli Stati Uniti di quattro nuovi componenti dello scudo missilistico Thaad per

1 giugno 2017

Afghanistan, la “McMaster war”

Sono novanta i morti dell'attentato avvenuto ieri a Kabul nel quartiere delle ambasciate, ovvero la zona ritenuta più sicura dell'Afghanistan. La divisione locale dell'Isis ha rivendicato, mentre i Talebani hanno negato ogni coinvolgimento. Si conferma il forte attivismo del Califfato nel

31 maggio 2017

L’Unione europea e la guerra a Trump

Interessante articolo quello scritto da Giorgio La Malfa sul G7 che si è svolto nei giorni scorsi a Taormina e sullo scontro che ha opposto Donald Trump all'Europa consumato nell'occasione (Il Mattino di Napoli del 30 maggio).   L'ex leader dei repubblicani afferma di non credere affatto

30 maggio 2017

Noam Chomsky, Mc Cain e l’Isis

Lo scandalo dei rapporti tra lo staff di Trump e Mosca? Noam Chomsky, intervistato da Viviana Mazza per il Corriere della Sera del 30 maggio, spiega che «in linea di principio non c'è niente di male nel tentare di stabilire rapporti con la Russia, anzi è un approccio sostanzialmente corretto

25 maggio 2017

L’Isis conquista una città delle Filippine… mentre Duterte è a Mosca

Il Terrore tracima nelle Filippine. Con un attacco a sorpresa miliziani dei gruppi Abu Sayyaf e Maute, organizzazioni legate all'Isis, hanno attaccato e conquistato Marawi, una città dell'isola Mindanao (una delle più importanti dello Stato-arcipelago).   Questa la cronaca di Giordano

23 maggio 2017

Le Filippine svoltano verso Russia e Cina

«Il presidente delle Filippine Rodrigo Duterte è arrivato in Russia questo lunedì per una visita di cinque giorni. Prima della visita, Duterte ha detto che i suoi colloqui a Mosca verteranno sui problemi della sicurezza e della Difesa». Così sul sito Sputnik del 23 maggio.   In

23 maggio 2017

Svolta Trump: l’America non esporta più la democrazia nei Paesi islamici

«A Bagdad non si addice il "modello Westminster". Figuriamoci a Tripoli o a Damasco. Ma nemmeno al Cairo. E neppure a Teheran dove pure fortunatamente qualche giorno fa, alle elezioni, è prevalso l'"ayatollah moderato" Hassan Rouhani». Inizia così l'editoriale del Corriere della Sera del 23

20 maggio 2017

Iran, vince la speranza

Hassan Rouhani ha vinto le elezioni iraniane. Il presidente ha riscosso ampio consenso popolare ed è stato riconfermato per altri quattro anni. «Sul suo account Instagram il primo ad esultare è stato l'ex presidente Mohammad Khatami [storico leader riformista ndr.]. Si è fatto fotografare

18 maggio 2017

Iran: Trump non fa saltare l’accordo sul nucleare

«Il presidente americano Donald Trump mantiene la revoca delle sanzioni verso l'Iran stabilita da Obama nell'ambito dell'accordo sul nucleare, ma allo stesso tempo impone nuove misure economiche in risposta all'attività missilistica di Teheran». Così Tgcom24 del 17 maggio, in una nota che

17 maggio 2017

Corea: aprire un canale di comunicazione tra Nord e Sud

«La Corea del Sud vuole riaprire i canali di comunicazione con la Corea del Nord. "Il governo ha espresso la posizione che il canale di dialogo intercoreano debba essere riavviato - ha affermato Lee Duk-haeng, portavoce del ministero dell’Unificazione - Il ministero sta esaminando i modi per

15 maggio 2017

Corea, tra provocazioni e trattative

«Un'offerta di dialogo e subito dopo un missile. È la strategia di Kim Jong-un."Giuste condizioni" potrebbero permettere l'apertura di colloqui tra Nord Corea e Stati Uniti, ha detto sabato la gentile signora Choe Son-Hui, dirigente del ministero degli Esteri di Pyongyang. "Giuste condizioni" è

15 maggio 2017

Macron e la Protezione dei cittadini

«"Protezione" è una delle parole-chiave del discorso che Macron ha pronunciato domenica sera davanti alla piramide del Louvre». Inizia così un editoriale di Giovanni Orsina pubblicato sulla Stampa dell'11 maggio, nel quale spiega come tale richiesta di protezione sarebbe la principale

15 maggio 2017

Il nuovo ordine mondiale e la via della Seta

«Nella nostra memoria è un mito: la Via della Seta che ci riporta a Marco Polo. Ora, l’antica rotta delle carovane che dalla Cina arrivavano in Europa attraversando l’Asia e il Vicino Oriente è al centro del piano di diplomazia economica più ambizioso di Pechino. Si chiama "Una cintura una

prev
prev
Archivio