Mondo
7 agosto 2019

Modi accelera: s'incendia la crisi del Kashmir

L'India pone fine all'autonomia del Kashmir. La decisione innesta nuove tensioni nella regione di confine tra India e Pakistan, luogo di conflittualità latente tra i due Paesi, scoppiata in guerra aperta varie volte, l'ultima solo alcuni mesi fa. Avvisaglia e prodromo di quanto sta avvenendo. Rischio di incendio atomico perché i due Paesi hanno ordigni nucleari nei loro

Mondo
5 agosto 2019

Dayton, El Paso: un'onda di sangue investe l'America

Sono 29 i morti in due stragi di ordinaria follia: piangono Dayton ed El Paso, piange l'America. Eccidi che riempiono di orrore e che investono la dialettica politica americana. Onda anomala, onda di sangue. Sotto il tiro incrociato è finito anche Trump, accusato di fomentare l'odio razziale che ha armato il killer di El Paso, al quale viene attribuito un manifesto

Mondo
2 agosto 2019

Iran: l'Arabia Saudita inizia a pensare a un dialogo con Teheran

"Per la prima volta, dopo sei anni di ostilità, alcuni delegati degli Emirati Arabi Uniti il 30 luglio sono giunti a Teheran per incontrare i leader iraniani. Al centro dei colloqui la sicurezza della navigazione nel Golfo, dello Stretto di Hormuz e dell'accesso al Mar Rosso attraverso lo Stretto di Abu Mandeb". A dare questa notizia è Debka, sito israeliano con fonti

Mondo
1 agosto 2019

Le elezioni israeliane e la variabile Lieberman

L'ultimo sondaggio autorevole realizzato in Israele assegna al partito di Avigdor Lieberman, Israel Beitenu, 10 seggi della Knesset all'esito delle elezioni di settembre. Se vero, Lieberman potrebbe essere il kingmaker del prossimo governo israeliano, dato che i seggi totali sono 120. Né destra né sinistra senza di lui avrebbero la maggioranza di 61 seggi. Lo spariglio

Mondo
1 agosto 2019

Trump vince e chiama Putin per domare l'incendio (del mondo)

Trump telefona a Putin per offrire l'assistenza degli Stati Uniti per sedare un incendio devastante dilagato in Siberia. Iniziativa di piccolo cabotaggio, ma più che significativa, come messo in evidenza dallo stesso presidente russo. "Il presidente della Russia - si legge infatti sul sito ufficiale del Cremlino - considera l'offerta del presidente degli Stati Uniti un

Mondo
31 luglio 2019

Iran: dal muro contro muro alla ricerca di un compromesso

Per quanto Trump sia contrario all'accordo sul nucleare iraniano sottoscritto da Obama, egli "non condivide né l'interesse dei falchi anti-Iran per un regime-change né il loro desiderio di rischiare una guerra per fermare la spinta di Teheran per l'egemonia regionale". Così Johatan S. Tobin su Haaretz. Per questo, mentre continua la sua politica di "massima pressione",

Riquadri
29 luglio 2019

Ambrogio Lorenzetti, Annunciazione

È un’opera davvero straordinaria questa Annunciazione di Ambrogio Lorenzetti, dipinta intorno al 1344 e conservata alla Pinacoteca di Siena. Lo è per la bellezza dell’ordine con cui è stata costruita, per l’arditezza dei contenuti concettuali che sono stati introdotti, per la capacità di far coesistere la geometria compositiva con la fisicità reale dei soggetti

Mondo
29 luglio 2019

Trump è più forte: silurato Coats, capo dell'Intelligence

Una defenestrazione in piena regola, annunciata e realizzata nel giro di pochi giorni. Per molti si tratterebbe della reiterazione dell'usuale, dal momento che l'amministrazione Trump è stata un susseguirsi di sostituzioni in corso d'opera a causa del carattere burrascoso del presidente, pronto a cacciare i suoi collaboratori appena diventano invisi. Spiegazione

Mondo
27 luglio 2019

Iran: cenni distensivi e manovre oscure

Il confronto Usa-Iran da alcuni giorni è in stallo: si attende il 28 luglio, quando si terrà un incontro per tentare di salvare l'accordo sul nucleare. Presenti tutte i Paesi firmatari dell'intesa tranne gli Stati Uniti, ovvero Gran Bretagna, Francia, Germania, Cina,  Russia, ma anche esponenti di Teheran, che avranno modo così di parlare direttamente con i loro

Mondo
27 luglio 2019

Il caso Epstein e la campagna elettorale d'Israele

Il caso Epstein, il finanziere accusato di abuso su minori, che era scoppiato come una bomba atomica nell'ambito dell'alta finanza, sembra destinato a svaporare. Questo almeno annuncia quanto avvenuto ieri, quando l'imputato, detenuto in carcere, è stato trovato malconcio nella sua cella. Tentativo di suicidio, dicono, ma forse anche di omicidio, come dicono altri più