Postille
8 agosto

Bombe Usa al confine siro-iracheno

La guerra per il controllo della frontiera tra Siria e Iraq registra un'impennata. Lunedì scorso alcuni aerei e l'artiglieria americana stanziata in Giordania hanno bombardato una brigata di miliziani legati a Hachd al-Chaabi, le unità di mobilitazione popolare formate in Iraq per supportare la lotta contro Daesh del governo iracheno e della coalizione internazionale a

Notes
8 agosto

La Trasfigurazione, o della predilezione di Dio

Il Vangelo di domenica ha proposto, riproposto alla nostra attenzione, la trasfigurazione del Signore. E come altre volte, negli ultimi anni, quella lettura mi ha lasciato un qualcosa di sospeso nel cuore, una sensazione di mancanza.   Mi riferisco alla nuova traduzione delle parole del Signore, che dalla nube dice agli apostoli: «Questi è il Figlio mio, l’amato:

Postille
7 agosto

Trump, le sanzioni anti-russe e il vertice di Manila

L’amministrazione americana non si piega alle pressioni dei suoi avversari interni, che oltre al partito democratico annovera molti esponenti repubblicani. Come si è visto all’atto del varo delle sanzioni contro la Russia, votate da quasi tutto il Congresso.   [...] Però subito dopo la firma, ha voluto ribadire che la ricerca di un accordo con Mosca resta tra

Mondo
7 agosto

L’Iran e l’attivismo di Moqata al Sadr

«L’Arabia Saudita verserà nelle casse del governo di Baghdad 10 milioni di dollari per aiutare gli sfollati interni dell’Iraq. Lo ha fatto sapere il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman per sottolineare il successo dell’incontro che ha avuto due giorni fa con uno dei più potenti religiosi sciiti iracheni, Moqtada al-Sadr. I due paesi lavoreranno per

Mondo
4 agosto

Netanyahu inseguito dalla magistratura

Sembrano decollare le inchieste che da tempo inseguono il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, sul quale si addensano sospetti di frode e corruzione. Una nota di Ansamed, rilanciata da Dagospia, cita i giornali israeliani che ne parlano diffusamente. «Il trono traballa», è il titolo di Yediot Ahronot, mentre Haaretz parla di un «punto di svolta»

Mondo
4 agosto

Chaïm Soutine, Le Village

Chaïm Soutine è uno di quei pittori così grandi e disarmati che è impossibile non amarli. Quando a Parigi al museo dell’Orangerie si arriva all’ultima sala dove sono raccolte gran parte delle sue opere collezionate da Paul Guillaume (il grande collezionista, anche di Modigliani) prende davvero un tuffo al cuore.   Questo quadro, intitolato Le Village,

Mondo
3 agosto

Tillerson vedrà Lavrov

Il segretario di Stato statunitense Rex Tillerson ha annuciato che nel prossimo fine settimana incontrerà il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov. Incontro che avverrà a Manila, a margine di un vertice internazionale.   La comunicazione giunge in un momento delicato, reso difficile non solo dal varo delle sanzioni contro la Russia e dalla reazione di Mosca, che

Come in cielo
2 agosto

Il velo della Madonna e il racconto di Chartres

Avevamo finito la visita di Notre Dame di Chartres. Ma prima di affrontare il vento freddo che sferza la collina sulla quale è la cattedrale nella Bouce, passammo per un ultimo saluto alla reliquia del velo della Madonna. Quel pezzo di tessuto è conservato nella cappella centrale lungo il deambulatorio dell’ampio abside e ci raccogliemmo in silenzio davanti alla

Mondo
1 agosto

Trump e Putin: fu vera rottura?

Sul Corriere della Sera del 1º agosto Paolo Valentino analizza l'inasprirsi del confronto Mosca-Washington, che ha portato Donald Trump a varare sanzioni anti-russe e il Cremlino a espellere centinaia di diplomatici Usa in servizio in Russia. Uno strappo nei rapporti tra le due potenze che segue il recente incontro di Amburgo, dove pure i due presidenti si erano

Postille
1 agosto

Libano: la battaglia di Ersal

  Sui media e sui siti libanesi, in particolare quelli vicini ad Hezbollah, rimbalza l'euforia per la vittoria di Ersal. Nel silenzio dei media occidentali che invece non hanno dato importanza a quanto si è consumato in questi giorni nel territorio libanese al confine con la Siria.   Tale territorio nel 2014 era stato occupato dalle milizie jihadiste, e nello

per sostenere il piccolenote