Mondo
31 gennaio 2020

Il coronavirus, epidemia globale e, per alcuni, un'opportunità

Per l'Organizzazione mondiale della Sanità l'epidemia da coronavirus è ora "un'emergenza sanitaria di interesse internazionale". Un passo evitato finora e obbligato dai casi riscontrati in altri Paesi, che però, è bene sottolinearlo a fronte di tanto allarme, sono pochi e senza vittime. Così l'Oms:  si sono riscontrati "83 casi in 18 paesi. Di questi, solo 7 non

Mondo
31 gennaio 2020

Trump: l'impeachement sembra destinato a chiudersi

Colpo ferale per l'impeachement: il senatore repubblicano Lamar Alexander, poco prima del voto al Senato sulla possibilità di ammettere nuovi testimoni, dichiara che, nonostante ritenga inappropriati i comportamenti di Trump, voterà contro (New York Times). La questione dell'ammissione di nuovi testimoni nel procedimento è cruciale per il successo dell'impeachement, dato

Mondo
30 gennaio 2020

La Brexit e l'impeachement di Trump: è Black Friday

Venerdì si annuncia come una sorta di Black Friday geopolitico. Inizierà ufficialmente la Brexit e si voterà se ammettere o meno testimoni nel procedimento di impeachement contro Trump, passaggio fondamentale della procedura. Due vicende parallele, ma strettamente intrecciate. E che non a caso hanno nello stesso giorno una scadenza cruciale. La Brexit e il Senato

Mondo
29 gennaio 2020

L'Accordo del Secolo e l'incriminazione di Netanyahu

Un Trump simil-sorridente e un raggiante Netanyahu hanno esposto al mondo il cosiddetto Accordo del Secolo, che, asseriscono, dovrebbe porre fine alla controversia israelo-palestinese, ma che fin da subito l'ha invece accesa al parossismo, dato il rigetto totale da parte dei palestinesi ai quali l'Accordo è imposto inaudita altera parte.

Mondo
28 gennaio 2020

Benny Gantz e Netanyahu, il duello del Secolo

Dopo aver incontrato Netanyahu, Trump incontra anche il leader dell'opposizione centrista Benny Gantz. È la prima volta che Gantz incontra il presidente americano, in quella che appare una sorta di visita di Stato, nonostante egli guidi l'opposizione centrista all'attuale governo. Un'immagine a suo modo icastica, dato che da più di un decennio il mondo si è abituato a

Note di Sport
28 gennaio 2020

In morte di Kobe Bryant, la stella dell'Nba di importazione italiana

Di solito non dedichiamo spazio alla cronaca, ma per Kobe Bryant, la stella del basket - e dei Los Angeles Lakers, maglia che non ha mai voluto cambiare -, e per le altre vittime dell'incidente aereo occorso domenica sera, facciamo un'eccezione che conferma la regola. Ciò perché ci ha colpito e commosso un articolo del Washington Post dedicato all'astro del Basket

Mondo
27 gennaio 2020

L'accordo del secolo, Netanyahu e l'impeachement di Trump

Trump sta per rendere pubblico il cosiddetto "Accordo del Secolo", immaginato per chiudere l'annosa controversia israelo-palestinese.

Tale Accordo ha suscitato accese controversie sia nel mondo sia in Israele, dato che da quanto rivelato non fa altro che sancire l'annessione di gran parte delle terre dei palestinesi a Israele, relegando i primi in un'area autonoma priva di

Mondo
25 gennaio 2020

L'epidemia coronavirus prevista con puntualità sconcertante

Nell'ottobre del 2019, un mese prima che si scatenasse il coronavirus in Cina, epicentro la città di Whuan, e il panico globale, il Johns Hopkins Center for Health Security, strettamente collegato al National Institutes of Health (l'Istituto Nazionale della Sanità Usa), ha simulato lo scenario derivante da una pandemia da coronavirus. Partner di questa simulazione,

Mondo
24 gennaio 2020

Coronavirus, qualche cenno

Il panico da coronavirus dilaga. Spendiamo alcune righe con una premessa, cioè che per gli organi di informazione dare l'allarme è non solo necessario, ma più che doveroso. Detto questo, a fronte di un allarme dilagante, va chiarito se è vero che si tratta di un virus misterioso quanto indomabile. Coronavirus, infezione nota Ad oggi si registrano 830 casi di infezione

Mondo
23 gennaio 2020

Il finto attacco chimico di Douma e il Terrore che abita Idlib

L'attacco chimico delle forze di Damasco a Douma non c'è mai stato. A rivelarlo è stato Ian Henderson, che eseguì l'ispezione per conto dell'Opcw (l'organizzazione per la proibizione delle armi chimiche) nel sito interessato all'attacco. Di tale denuncia abbiamo accennato in altra nota, ma stavolta è giunta all'Onu sotto forma di video, ché ad Henderson è stato negato