Postille
10 marzo

Adis Abeba: Tillerson e Lavrov nello stesso albergo…

Tillerson e Lavrov si sono ritrovati nella stesso albergo ad Adis Abeba, come indica un articolo di Raffaella Scuderi sulla Repubblica del 9 marzo. La capitale dell'Etiopia è stata scelta dai ministri degli Esteri dei due Paesi per dar inizio a un tour africano teso ad aprire nuovi spazi ai commerci delle due nazioni, inseguendo la Cina che da anni guarda e opera nel

Mondo
10 marzo

Liberman contro gli estremisti israeliani

«Israele è stato sequestrato dagli estremisti» con questa dichiarazione Avigdor Liberman ha innescato una polemica nuova nell'ambito politico israeliano. Il nodo della controversia è la nuova legge sul servizio di leva, del quale il ministro della Difesa si sta facendo promotore e che i partiti ultra-ortodossi rifiutano. Tale legge costringerebbe alla leva

Mondo
9 marzo

I dazi sull’acciaio di Trump

Interessante l'editoriale del Guardian sull'iniziativa di Trump di alzare dazi sull'acciaio. Tale mossa, secondo il quotidiano britannico, è una scommessa: se essa porterà «a prezzi più alti per i consumatori statunitensi» rischia di essere del tutto controproducente. Detto questo, continua l'articolo, «se, come sembra probabile, la Cina è il vero bersaglio

Postille
9 marzo

Corea del Nord: l’apertura e il sì di Trump

Donald Trump incontrerà il presidente della Corea del Nord. È svolta, dopo tante criticità. Kim Jong-un ha inviato una missiva al suo omologo statunitense tramite alcuni delegati della Corea del Sud con i quali ha tenuto colloqui riservati. Una lettera nella quale si è detto pronto al dialogo con Washington. Non una disponibilità generica: si è impegnato infatti a

Postille
7 marzo

Sacrifici umani per il regime-change siriano

Sacrifici umani per la causa jihadista: è quanto si sta consumando nel Ghouta orientale, dove da giorni si svolge un'operazione militare russo-siriana per strappare il quartiere dalle mani dei miliziani che la occupano da anni. La narrativa corrente dipinge tale operazione come un'opera di macelleria russo-siriana: intensi bombardamenti avrebbero fatto strage di

Mondo
6 marzo

Reti globali: esigenze di regole e rischi correlati

Per Niall Ferguson le reti globali rappresentano il nuovo potere del mondo. Osservazione banale, ma non lo è, dal momento che quando si parla di potere il pensiero corre alla politica. Non è così: incalzata dalla Finanza, la politica conta nulla anche a fronte del potere delle reti globali. Intervistato sul Corriere della Sera da Massimo Gaggi, lo storico britannico

Postille
6 marzo

La Corea del Nord apre alla de-nuclearizzazione della penisola

La Corea del Nord apre al dialogo con gli Stati Uniti. A stare a quanto riferiscono fonti ufficiali della Corea del Sud, i cui delegati si soro recati oltreconfine per incontrare il leader di Pyongyang, si tratta di un'apertura al di là di ogni aspettativa. Si tratterebbe, infatti, dell'offerta di una moratoria sulle attività dirette allo sviluppo del nucleare in

La pulce nell'orecchio
6 marzo

Work me, Lord – Janis Joplin

Guidami Signore, guidami Signore, ti prego, non abbandonarmi mi sento così inutile quaggiù senza qualcuno da amare. Anche se ho guardato ovunque non riesco a trovare nessuno da amare.   Perciò guidami Signore, usami Signore, sai quanto è duro cercare di vivere da sola? Ogni giorno provo ad andare avanti ma qualcosa mi spinge a

Postille
5 marzo

Netanyahu va da Trump

Netanyahu incontra Trump. Cinque giorni intensi quelli del leader israeliano negli Usa. Dichiarato lo scopo: riuscire a portare Trump in rotta di collisione con l'Iran, cosa che finora il presidente americano ha evitato, abbaiando e non mordendo. Com'è stato chiaro con l'abbattimento del caccia israeliano sui cieli della Siria all'inizio di febbraio. Un rovescio epocale

Postille
5 marzo

Di elezioni italiane

Le elezioni italiane hanno avuto eco internazionale. In attesa del governo che verrà,  ci esercitiamo in qualche piccola analisi, del tutto estemporanea, da dilettanti. Vincono i Cinquestelle, che come prevedibile sono primo partito. La campagna mediatica subita, con scandali a ripetizione, non ha avuto alcun esito. Evidentemente raccoglie la protesta anti-sistema, quindi