Mondo
14 novembre 2019

Il golpe in Bolivia e Cassandra Crossing

Dopo la fuga forzata di Evo Morales, la Bolivia ha un nuovo presidente, la senatrice dell'opposizione  Jeanine Añez. L'ex presentatrice televisiva si è auto-proclamata ed è assurta a presidente senza nessuna formalità democratica. Il tempo dei generali è passato, ora anche i golpisti devono mostrare un volto rassicurante. Il nuovo governo, formato da uomini

Mondo
13 novembre 2019

Un omicidio mirato scatena un nuovo conflitto Israele-Gaza

Venti di guerra in Israele, dopo l'uccisione del più autorevole leader della Jihad islamica a Gaza. Un assassinio che appartiene alla tormentata guerra a bassa intensità che imperversa tra la Striscia e lo Stato israeliano, in un alternarsi di fiammate improvvise e fragili tregue. Un nuovo incendio è stato appiccato, con una pioggia di razzi su Israele e bombardamenti

Mondo
11 novembre 2019

Golpe in Bolivia: torna a soffiare il vento delle dittature sudamericane

Riesce il colpo di Stato in Bolivia. Evo Morales si dimette, dopo giorni di proteste seguite alle contestate elezioni del mese scorso, che lo avevano confermato alla guida del Paese. Il golpe è riuscito grazie all'ammutinamento della polizia e dell'esercito, che hanno sostenuto la spinta della piazza. Un golpe da manuale A "suggerire" al Presidente di dimettersi è

Mondo
9 novembre 2019

Il Crollo del Muro di Berlino e il nuovo dis-ordine mondiale

Trent'anni fa il crollo del Muro di Berlino, celebrato come una vittoria della libertà e della democrazia sulla dittatura e il comunismo. Vero, ma tante le criticità. Iniziamo dal principio. Il collasso del sistema sovietico fu determinato dalla corsa agli armamenti e dal crollo del prezzo del petrolio che ne misero in ginocchio l'economia (vedi Piccolenote). Ma anche

Mondo
8 novembre 2019

Gli Usa e il furto del petrolio siriano: una storia antica

La retromarcia di Trump sulla Siria, non più un ritiro totale ma parziale, con truppe rimaste a presidio del petrolio, ha destato critiche. Risibile la motivazione: impedire che l'Isis, risorgente, possa sfruttarlo ancora. Ma serve a eludere un nuovo passaggio al Congresso Usa che aveva dato il suo assenso all'intervento in Siria nel ristretto ambito di un'operazione di

Mondo
7 novembre 2019

Trump e la «resistenza» del Deep State

"Noi siamo la resistenza", con questo titolo, alcuni giorni fa, il New York Times ha sdoganato il Deep State americano, composto da intelligence, sicurezza, funzionari pubblici e altro e più oscuro, che sta muovendo guerra a Donald Trump. Non una "cabala", recita il titolo del NYT, ma funzionari che servono quell'America che il tycoon prestato alla politica sta

Mondo
4 novembre 2019

Capitalismo 2.0: l'era della sorveglianza via web

Non solo la privacy, ma anche il nostro libero arbitrio viene minacciato dai giganti tecnologici, secondo il libro “The age of surveillance capitalism. The Fight For a Human Future at the New Frontier of Power”. Pubblicato a gennaio 2019 da Shoshana Zuboff, sociologa e professoressa emerita della Harvard Business School, il libro dettaglia come le Big Tech si

Mondo
4 novembre 2019

L'esercito Usa vuole porre fine alle guerre infinite

La maggior parte dei veterani delle "guerre infinite" sostengono la decisione di Trump di porre fine ai tanti conflitti iniziati dagli Usa dopo gli attentati alle Torri Gemelle. È quanto rivelato da recenti sondaggi resi pubblici dal New York Times. Una ribellione sorda alla politica muscolare dispiegata dagli Stati Uniti nel post 11 settembre che risulta in costante

Mondo
4 novembre 2019

Ebola, l'ultimo flagello del mattatoio-Congo (1)

L'ebola dilaga nella Repubblica democratica del Congo. Precisamente nelle regioni del Nord-Est, cuore di tenebra dell'Africa e del mondo. Da qui proviene il coltan del pianeta, indispensabile per costruire i nostri cellulari, i nostri computer, le loro armi... Non solo, sotto la sua terra rossa, più rossa oggi per il tanto sangue versato, immani ricchezze: oro e diamanti e

Notes
2 novembre 2019

Del ritornare

Finito l'impedimento che ci ha allontanato dal nostro lavoro, comunichiamo ai nostri lettori che Piccolenote riprende a raccontare il mondo, a suo modo e con i suoi tempi (si inizia col riguardar le cose, per scrivere serve tempo e riflessione). Avevamo scritto di un impedimento passeggero. Non è stato così e ce ne scusiamo. All’impedimento si è aggiunto altro e più