Mondo
6 novembre

Il senso di Netanyahu per Mohamed bin Salman

Omicidio Khashoggi: agli inizi di novembre Netanyahu è andato in soccorso di Mohamed bin Salman, accusato di essere il mandante dell'assassinio del dissidente, avvenuto il 2 ottobre nel consolato saudita di Istanbul. Mohamed bin Salman: l'alleato strategico Il premier israeliano, secondo indiscrezioni del Washington Post, ha chiesto ad alti funzionari dell'amministrazione

Impressioni
5 novembre

In memoria di Pier Paolo Pasolini

Il 2 novembre del 1975 fu brutalmente ucciso Pier Paolo Pasolini. Scrittore, saggista, regista, poeta, cronista, Pasolini fu voce autorevole e intelligente dei suoi anni. Le sue opere e i suoi scritti, come anche la sua omosessualità, furono motivi di controversie, che non hanno mai intaccato la sua impressionante lucidità. Il suo delitto, avvenuto all'idroscalo di

Mondo
5 novembre

La Grande Guerra e la fine di Roma

Il 4 novembre ricorreva il centenario della fine, per l'Italia, della Grande Guerra. Ovvero dell'entrata in vigore dell'armistizio firmato a Villa Giusti, a Padova, il 3 novembre del 1918, che anticipò di alcuni giorni la fine ufficiale della Prima guerra mondiale (11 novembre). La Grande Guerra e il Terrore Nessuno voleva la guerra, ma forte era la spinta di alcuni ambiti

Mondo
2 novembre

I summit di Trump, il Russiagate e il declino della Ue

Trump telefona a Xi Jinping. Dopo mesi di dura guerra commerciale, il presidente americano manda "un segnale positivo" al Dragone, come da titolo del Global Times. I summit di Trump Una conversazione telefonica operativa: i due hanno concordato che si incontreranno a fine novembre, a margine del G20 di Buenos Aires. Trump sta mandando segnali in vista del post elezioni,

Mondo
2 novembre

Guerra in Yemen: la svolta Usa e il futuro saudita

È giunto il momento di porre "fine" alla guerra in Yemen. Così il ministro della Difesa degli Stati Uniti James Mattis il 31 ottobre. Guerra in Yemen: chiudere in fretta "Abbiamo osservato questo conflitto da troppo tempo", ha aggiunto il ministro della Difesa degli Stati Uniti, ed è ora di finirlo e finirlo a breve: "entro 30 giorni", ha infatti specificato, chiediamo un

Mondo
31 ottobre

Bolsonaro è il nuovo Pinochet?

Jair Bolsonaro, l'uomo nero, è il nuovo presidente del Brasile. E un brivido percorre il mondo, dato che durante la campagna elettorale ha inanellato bestialità verbali tra cui l'elogio della dittatura e della tortura. Un brivido di nome Pinochet Il brivido ha un nome e cognome: Augusto Pinochet, che prese il potere in Cile l'11 settembre del '73, data nefasta per la

Mondo
30 ottobre

L'odio di Pittsburgh e Trump

La strage di Pittsburgh, oltre a lutti e dolore, per i  quali il silenzio è esercizio doveroso, accende controversie politiche. Più infiammate di altre, anche perché le elezioni di Midterm sono alle porte. Tanti gli avversari di Trump che lo additano come una sorta di untore, mandante morale dell'eccidio a causa della sua politica votata all'odio. La controversia è

Mondo
29 ottobre

Khashoggi ucciso per le armi chimiche saudite

Jamal Khasoggi stava per rivelare che l'Arabia Saudita aveva usato armi chimiche nello Yemen ed era in procinto di ottenere prove documentali su tale crimine. Così un amico intimo del giornalista ucciso il 2 ottobre nel consolato saudita di Istanbul al Daily Express. Le rivelazioni del Daily Express La fonte del giornale britannico, che ha chiesto l'anonimato, aveva

Mondo
29 ottobre

Leicester: lo schianto di un miracolo

Vichai Srivaddhanaprabha è morto, nello schianto del suo elicottero abbattuto nei pressi dello stadio del Leicester. Nell'incidente sono morti anche i due piloti, il suo braccio destro e la sua assistente. Lutto improvviso nel mondo del calcio. Infatti, pur avendo un nome  impronunciabile, il magnate thailandese era ben noto, anche se con un altro appellativo ben

Mondo
29 ottobre

Sulla strage di Pittsburgh

L'orrore per la strage di Pittsburgh dilaga. Le undici vittime della follia assassina di Robert Bowers arrivano dopo i pacchi bomba elettorali inviati da Cesar Sayoc ad alcuni esponenti del partito democratico e a personalità vicine a quel partito, che per alcuni giorni aveva tenuto l'America con il fiato sospeso. La strage di Pittsburgh e altro La strage in sinagoga