Mondo
18 settembre

Corea: gli Usa potrebbero perdere la guerra

La guerra contro la Corea del Nord? «Non è affatto detto che gli Usa vincerebbero», questa l'affermazione sorprendente di Peter J. Hayes, direttore del think-tank Nautilus  che ha sede a Berkeley e docente del Center for international security studies di Sidney, in un'intervista pubblicata sulla Repubblica del 16 settembre. E spiega: «Diciamo che un attacco preventivo

La pulce nell'orecchio
18 settembre

A change is gonna come, Sam Cooke

Per chi, come me, non conosce bene l’inglese ascoltare la musica è fidarsi più del cuore, delle sensazioni che le note, gli strumenti, le voci ci danno che non l’esatta comprensione di quello che l’autore dice nella canzone. A change is gonna come è una di quelle canzoni senza tempo che arrivano dritte al cuore, all’anima. Soul, appunto. E Sam Cooke è una delle

Mondo
15 settembre

Siria: si scioglie il nodo “Idlib”

Il teatro di guerra siriano vede una nuova svolta, anche se prevedibile e preannunciata dal nostro sito: il nodo della provincia di Idlib è stato sciolto, chiudendo di fatto del tutto una fase del conflitto.

Anche Idlib diventerà presto un'area di de-escalation, come viene chiamata in gergo tecnico la tregua. A dare la notizia è l'Agenzia stampa turca Anadolu, che

Postille
15 settembre

Il dramma dei Rohingya e il Kosovo

In Birmania, sotto gli occhi di tutto il mondo, si sta consumando una crisi umanitaria devastante, che vede il popolo Rohyngia schiacciato sotto il peso di una persecuzione senza precedenti. Da sempre i Rohyngia, che vivono nello stato (regione) di di Rakhine, sono discriminati, a causa della loro diversità di razza e religione: non sono buddisti ma musulmani ed

Mondo
14 settembre

La Wada assolve gli atleti russi

«La Wada ha deciso di assolvere 95 dei primi 96 casi di atleti russi coiunvolti nel maxi scandalo del doping di Stato emerso dopo la pubblicazione del rapporto McLaren ed esaminati nell'indagine sul sistematico programma statale russo di doping. A rivelarlo il New York Times che ha citato un rapporto interno dell'agenzia antidoping mondiale: "Le prove disponibili sono

Postille
14 settembre

La Turchia si allontana dalla Nato

Il 13 settembre «il presidente Recep Tayyip Erdogan ha annunciato che la Turchia ha fatto ulteriori passi avanti per l'acquisto del sistema missilistico S-400 russo» riporta Anadolu. Un annuncio che ha trovato poca eco mediatica sebbene sia di notevole rilevanza internazionale. Da tempo la Turchia era in trattative con Mosca per l'acquisto di tale sistema d'arma

Postille
13 settembre

Il Kurdistan e l’instabilità del Medio Oriente

«Israele sostiene le legittime aspirazioni del popolo curdo alla creazione di un proprio Stato», così Benjamin Netanyahu in una dichiarazione del 13 settembre. È la prima volta che il primo ministro israeliano si pronuncia in modo così esplicito sul tema. La dichiarazione giunge a ridosso del referendum che dovrebbe decretare la nuova entità statale, che le autorità

Mondo
12 settembre

La Corea del Nord può rinunciare al nucleare?

Ieri l'Onu ha varato sanzioni contro la Corea del Nord, votate all'unanimità. Misure che sono state dichiarate eccessivamente morbide dall'ambasciatrice Usa alle Nazioni Unite, Nikki Haley. Ma è andata bene così: sconfitto l'unilateralismo americano, il mondo ha potuto parlare a una voce sola, inviando un severo monito a Pyongyang, ma non costringendola in un angolo, dal

Riquadri
12 settembre

Gaudenzio Ferrari, Natività di Maria

Gaudenzio Ferrari, un grande artista, soprattutto uno degli artisti più “umani”, ha un record: nessuno come lui ha dipinto tante volte il soggetto della Nascita di Maria, che la Chiesa ricorda, con una festa che si rinnova ogni anno, l'8 settembre. Per chi fosse curioso elenco tre esemplari che andrebbero visti: la tempera meravigliosa scoperta pochi anni fa e

Impressioni
11 settembre

Roma, via Paradisi

Via delle Sette Chiese, già via Paradisi in latino, via del Paradiso in italiano, si snoda nel cuore della Garbatella, dall’oratorio di San Filippo Neri, la nota "chiesoletta" dove è cresciuto calcisticamente Agostino Di Bartolomei e migliaia di altri ragazzi romani. Si chiama via delle Sette Chiese da quando divenne l'itinerario lungo il quale si dipanava la visita

per sostenere il piccolenote