Mondo
17 gennaio 2020

Libia: a Berlino possono iniziare le trattative

Il 19 gennaio a Berlino si terrà il vertice sulla Libia. Attesi Fayez al Serraj, che guida il governo di Tripoli, e il generale Khalifa Haftar, l'uomo forte del Consiglio nazionale di transizione, cioè il governo di Tobruk. Un summit che sembra destinato a portare qualche positività nell'annosa contesa tra i duellanti per il controllo del Paese. Dopo il summit di

Mondo
16 gennaio 2020

Russia: Putin annuncia riforme e cambia il governo

Putin ha usato l'annuale comunicazione alle Camere riunite per annunciare riforme costituzionali. Ed è stata una scossa sismica per la Russia. Secondo vari media le riforme - tra cui la riduzione dei poteri del Presidente e il parallelo aumento di quelli del Primo ministro - mirano a preservare il ruolo di Putin in previsione della scadenza del suo mandato, prevista per il

Mondo
15 gennaio 2020

L'Iran del post-Soleimani e il non-ritiro Usa dall'Iraq

Arrestati in Iran alcuni dei responsabili dell'abbattimento dell'aereo di linea ucraino sui cieli di Teheran, avvenuto nell'ambito dello scontro Usa-Iran scatenato dall'assassinio del generale Qassem Soleimani. Ciò non basta ai Paesi che hanno registrato vittime, che continuano a pressare Teheran nonostante stiano collaborando con essa, mentre da giorni si registrano

Mondo
14 gennaio 2020

La crisi iraniana accelera la corsa in solitaria della Germania

La crisi iraniana ha una conseguenza inattesa, almeno da quanti l'hanno creata. Ed è la nuova distanza che si sta palesando tra Germania e Stati Uniti. Non un accadimento improvviso, ma un processo iniziato da tempo, che fa più larghe le sponde dell'Atlantico. Ma prima occorre tornare all'omicidio di Qassem Soleimani, avvenuto in terra irachena, e precisamente

Mondo
13 gennaio 2020

Soleimani: ucciso per i ricatti dei neocon a Trump

Il generale Qassem Soleimani non era una minaccia imminente per gli Stati Uniti, è stato ucciso perché i repubblicani, la fazione neocon che ha grande influenza al Senato, hanno costretto il presidente ad agire, ricattandolo sull'impeachement. Se non avesse firmato l'ordine, questo il ricatto, avrebbero fatto in modo che anche il Senato seguisse le orme della Camera, dove

Mondo
13 gennaio 2020

Libia: il tassello per ricomporre il puzzle nelle mani di Putin

Oggi Khalifa Haftar e Fayez al Serraj, i due contendenti del caos in cui è sprofondata la Libia, si incontrano a Mosca per colloqui. Una finestra di opportunità per dare tregua allo stremato Paese, preda di una destabilizzazione permanente dopo l'intervento della Nato del 2011. L'incontro segue la richiesta di una tregua annunciata da Ankara da Vladimir Putin e Recep

Mondo
11 gennaio 2020

L'Iran ammette l'abbattimento dell'aereo civile. Un tragico errore

L'Iran ha ammesso che il Boeing del'Ucraina Airlines precipitato presso l'aeroporto di Teheran è stata abbattuto da missili sparati dalla propria contraerea. Ammissione tardiva, ma chiarificatrice, dopo tanto caos. A sparare i missili, membri dei guardiani della rivoluzione, forza paramilitare autonoma dall'esercito regolare. Un "errore disastroso", hanno dichiarato le

Mondo
10 gennaio 2020

Soleimani. Mike Pompeo confessa: ucciso per nulla

Intervistato da Fox News, il Segretario di Stato degli Stati Uniti Mike Pompeo, smentisce quanto affermato sull'omicidio del generale Qassem Soleimani. Gli Stati Uniti hanno, infatti, hanno dichiarato che il Capo delle guardie repubblicane iraniane è stato ucciso perché progettava attacchi imminenti contro gli Stati Uniti d'America. Ma nell'intervista ha spiegato che gli

Mondo
9 gennaio 2020

Iran: il discorso di Trump che chiude la finestra di guerra

Evitata la guerra Iran-Usa. A chiudere la crisi, il discorso di Trump giunto dopo la risposta dell'Iran all'assassinio del generale Qassem Soleimani. Due basi Usa colpite da missili, ma nulla più. Nessun soldato ucciso, evitato così l'inevitabile conflitto. Trump ha affermato che i sistemi di allerta hanno funzionato. In realtà Teheran aveva informato preventivamente

Mondo
9 gennaio 2020

La tragedia dell'Ucraina Airlines e la propaganda anti-Iran

  Un missile iraniano "ha abbattuto" l'aereo di linea il volo 752 dell'Ucraina International Airlines, precipitato a poca distanza dall'aeroporto di Teheran. Questa l'accusa mossa da Canada e Gran Bretagna contro l'Iran, formulata in base a rapporti di intelligence e a un video che mostra l'impatto dell'aereo. Per fortuna non si sono spinti a dichiarare