Mondo
23 ottobre 2019

Siria: Putin e Trump fermano Erdogan

Vladimir Putin e Recep Erdogan a Sochi hanno trovato uno "storico" accordo sulla Siria, recita l'Agenzia stampa di Ankara Anadolu. Le milizie curde nelle prossime 150 ore dovranno ritirarsi dal confine turco, così da garantire una zona smilitarizzata larga 32 km. A garantire che tale smilitarizzazione sia duratura, e a evitare infiltrazioni future, saranno pattuglie turche

Mondo
22 ottobre 2019

Siria: Putin e Trump, pressioni convergenti su Erdogan

Nell'incontro con Putin a Sochi, Erdogan chiede un impossibile via libera all'aggressione contro i curdi nel Nord-Est della Siria, contro i quali continua a minacciare. Se le milizie curde non si ritirano come da accordi con gli Usa, la campagna riprenderà, ha detto più volte. E la tregua scade stanotte. Ma alla vigilia del vertice arriva anche la minaccia americana: Mike

Mondo
21 ottobre 2019

Israele: l'ultimo giorno di Netanyahu?

Ieri sera, dopo la stesura di questo articolo, Netanyahu ha rinunciato al mandato per costruire una coalizione di governo, due giorni prima della scadenza. L'incarico è stato conferito a Benny Gantz.  Potevamo riscrivere l'articolo, ma non c'era nulla da aggiungere, se non che, in fondo, col titolo dato alla nota, un po' azzardato in effetti, avevamo in qualche modo

Mondo
19 ottobre 2019

Siria: Trump non ha dato via libera alla guerra di Erdogan

Tanta confusione sulla guerra iniziata da Recep Erdogan contro i curdi del Nord-Est della Siria, per ora fermata da un cessate il fuoco grazie all'accordo tra Stati Uniti e Turchia. Per la narrativa corrente Trump avrebbe dato il via libera a Erdogan. Ciò sarebbe avvenuto in una telefonata tra i due presidenti avvenuta il 6 ottobre scorso, due giorni prima

Mondo
19 ottobre 2019

Hong Kong: i paradossi della rivolta colorata

La rivolta di Hong Kong è descritta generalmente come un lotta per la libertà. Per analisti e media non occidentali si tratta dell'ennesima rivoluzione colorata messa in campo dal Dipartimento di Stato americano per contenere la Cina (Piccolenote). Val la pena riferire quanto scrive, su Ria Novosti, Ivan Danilov, sulle recenti sanzioni Usa contro le autorità di Hong

Mondo
18 ottobre 2019

Siria: cessate il fuoco. Vince Trump e la pace

Cessate il fuoco di cinque giorni: l'accordo siglato ieri tra Recep Erdogan e Mike Pence che ferma la campagna turca nel Nord-Est della Siria chiude una criticità a rischio disastro. E salva Trump ed Erdogan. Trump, infatti, stava subendo critiche sempre più stringenti al suo ordine di ritirare le truppe americane dalla Siria, che ha dato modo al presidente turco di

Mondo
17 ottobre 2019

Guerre infinite: la convergenza Trump-sinistra democratica

L'intervento di Tulsi Gabbard nell'ultimo dibattito tra i candidati democratici alla Casa Bianca ha suscitato controversie, dal momento che è suonato come un vero e proprio atto di accusa contro l'ingerenza degli Stati Uniti in Medio oriente e contro i media americani, che hanno raccontato le guerre infinite secondo una narrativa distorta. La Gabbard: l'America sostiene

Mondo
16 ottobre 2019

Moody’s: Trump vincerà le elezioni del 2020

Trump vincerà le elezioni del 2020: questo il vaticinio di Moody’s Analytics. Una previsione basata su tre distinti modelli di dinamiche elettorali, che vedono il tycoon prestato alla politica sempre vincitore. Si tratta di proiezioni fondate sulla percezione della situazione economica dei cittadini americani, che vedono un aumento dei profitti del mercato azionario e il

Mondo
15 ottobre 2019

Il terrore neocon: il ritiro degli Stati Uniti dal mondo

Trump è nell'occhio del ciclone per il ritiro dei militari Usa dalla Siria del Nord-Est, che ha lasciato aperte le porte alla campagna di Recep Erdogan contro i curdi, che pure il presidente Usa sta tentando di chiudere sia con le sanzioni contro la Turchia sia inviando Pence ad Ankara. I media americani stanno conducendo una vera e propria campagna contro Trump, accusato

Mondo
14 ottobre 2019

Accordo curdi-Assad e Putin in Arabia Saudita: cambia il mondo

L'accordo tra curdi e Assad e la visita di Putin in Arabia Saudita segnalano un punto di svolta in Medio oriente, che rompe il precario, quanto pericoloso, stallo. Una svolta favorita dal ritiro delle truppe americane dalla Siria, ordinato da Trump e stavolta non vanificato. Ma andiamo per ordine e iniziamo dall'accordo tra curdi e Assad. Un accordo difficile, accennavamo