Postille
10 ottobre

L’Iran, i neocon e l’isolazionismo di Trump

Il 5 ottobre un articolo del Washington Post fa il giro del mondo: Donald Trump intende de-certificare l'accordo sul nucleare iraniano. Una notizia che si basa su fonti anonime interne all'amministrazione americana, dal momento che il presidente sta mantenendo fede a quanto annunciato il 21 settembre scorso, quando aveva dichiarato di aver preso una decisione in merito, che

La pulce nell'orecchio
9 ottobre

Eddie Vedder, Guaranteed

“Vento tra i miei capelli, mi sento parte di ogni luogo Vorrei trovare un mio modo di essere Conoscevo tutte le regole, ma le regole non conoscevano me. Garantito” Mi gira un po’ la testa a scrivere di Eddie Vedder. Difficile, forse impossibile. Una canzone più bella dell’altra, un testo più profondo dell’altro. Non so cosa scegliere, perché qualsiasi

Postille
9 ottobre

Il codice binario di Las Vegas

 Lo sceriffo Joseph Lombardo «ha messo in discussione il fatto che il killer possa aver agito da solo nel pianificare così meticolosamente la strage. "Ad un certo punto deve essere stato aiutato - ha osservato Lombardo - forse è un superman e forse ha fatto tutto da solo ma mi sembra difficile crederlo"». Così sulla Stampa del 5 ottobre. Lombardo è il titolare

Postille
7 ottobre

Catalogna: il conflitto appare congelato

Segnali di congelamento della crisi spagnola dopo l'incendio innescato dal referendum per l'indipendenza della Catalogna. Sulla Repubblica dell'8 ottobre, le parole di Jordi Xuclà, una sorta di ambasciatore catalano a Madrid, che spiega: «La dichiarazione di indipendenza? No, non è affatto certo che si faccia. La situazione è grave. In questo momento sono all'opera

Mondo
5 ottobre

Erdogan e il neocolonialismo occidentale

«La nostra antica geografia sta attraversando un periodo duro, doloroso e instabile in cui le carte vengono riprogettate e le mappe riconfigurate». Così Recep Erdogan in un discorso riportato da Sibel Ugurlu sul sito dell'Agenzia stampa Anadolu.

«Come per il secolo scorso», ha aggiunto il presidente turco, «il motto di questo secolo è "dividere e conquistare

Impressioni
5 ottobre

Solo un uomo

Fili tesi tra i palazzi, verso l'alto di un cielo limpido. Anche se in quel caso non è Roma, la foto mi sorprende e mi rimanda a  delle note e a delle immagini. Il video della canzone di Niccolò Fabi, "Solo un uomo". Dove l'uomo, appunto, cammina in bilico - come nella sua esistenza, come nella ricerca del vero, umile e rabbiosa - su di un filo di acciaio tra

Come in cielo
4 ottobre

San Francesco e il crocifisso

È nota la storia del Crocifisso di San Damiano. Tommaso da Celano ne accenna nella vita di Francesco e colloca tale vicenda dopo i primi passi della conversione del santo, quando ha già iniziato a visitare i lebbrosi, con visite che davano e portavano sollievo al cuore, suo e dei suoi ammalati. Egli era già «tutto mutato nel cuore», annota il biografo del santo,

Mondo
4 ottobre

Mattis: l’accordo con l’Iran va conservato

«Il segretario alla Difesa James Mattis in un'udienza al Senato che si è tenuta martedì ha dichiarato che reputa sia nell'interesse degli Stati Uniti non denunciare l'accordo sul nucleare stipulato con l'Iran». Così la CBS. A riportare parte delle dichiarazioni di Mattis è l'Agenzia stampa turca Anadolu. Interpellato dal senatore Angus King, che gli ha chiesto

Postille
4 ottobre

Il re saudita incontrerà Putin

Il re dell'Arabia Saudita, re Salman bin Abdulaziz, è atteso al Cremlino, dove si recherà domani su invito del presidente russo Vladimir Putin. Vi resterà fino al 7 ottobre. Una visita storica, come da definizione dell'ambasciatore di Ryad a Mosca, dal momento che è la prima volta che un re saudita si reca in Russia. Passo diplomatico quindi più che simbolico,

Mondo
3 ottobre

Fatah prende il controllo di Gaza

«Il premier palestinese Rami Hamdallah ha visitato per la prima volta la Striscia di Gaza da quando è stato formato il governo di unità nazionale palestinese. Hamdallah ha tenuto questa mattina la prima seduta del suo governo a Gaza e quindi ha annunciato che i suoi ministri hanno assunto la gestione amministrativa della Striscia». Così Giordano Stabile sulla Stampa

per sostenere il piccolenote