Mondo
13 gennaio 2020

Libia: il tassello per ricomporre il puzzle nelle mani di Putin

Oggi Khalifa Haftar e Fayez al Serraj, i due contendenti del caos in cui è sprofondata la Libia, si incontrano a Mosca per colloqui. Una finestra di opportunità per dare tregua allo stremato Paese, preda di una destabilizzazione permanente dopo l'intervento della Nato del 2011. L'incontro segue la richiesta di una tregua annunciata da Ankara da Vladimir Putin e Recep

Mondo
11 gennaio 2020

L'Iran ammette l'abbattimento dell'aereo civile. Un tragico errore

L'Iran ha ammesso che il Boeing del'Ucraina Airlines precipitato presso l'aeroporto di Teheran è stata abbattuto da missili sparati dalla propria contraerea. Ammissione tardiva, ma chiarificatrice, dopo tanto caos. A sparare i missili, membri dei guardiani della rivoluzione, forza paramilitare autonoma dall'esercito regolare. Un "errore disastroso", hanno dichiarato le

Mondo
10 gennaio 2020

Soleimani. Mike Pompeo confessa: ucciso per nulla

Intervistato da Fox News, il Segretario di Stato degli Stati Uniti Mike Pompeo, smentisce quanto affermato sull'omicidio del generale Qassem Soleimani. Gli Stati Uniti hanno, infatti, hanno dichiarato che il Capo delle guardie repubblicane iraniane è stato ucciso perché progettava attacchi imminenti contro gli Stati Uniti d'America. Ma nell'intervista ha spiegato che gli

Mondo
9 gennaio 2020

Iran: il discorso di Trump che chiude la finestra di guerra

Evitata la guerra Iran-Usa. A chiudere la crisi, il discorso di Trump giunto dopo la risposta dell'Iran all'assassinio del generale Qassem Soleimani. Due basi Usa colpite da missili, ma nulla più. Nessun soldato ucciso, evitato così l'inevitabile conflitto. Trump ha affermato che i sistemi di allerta hanno funzionato. In realtà Teheran aveva informato preventivamente

Mondo
9 gennaio 2020

La tragedia dell'Ucraina Airlines e la propaganda anti-Iran

  Un missile iraniano "ha abbattuto" l'aereo di linea il volo 752 dell'Ucraina International Airlines, precipitato a poca distanza dall'aeroporto di Teheran. Questa l'accusa mossa da Canada e Gran Bretagna contro l'Iran, formulata in base a rapporti di intelligence e a un video che mostra l'impatto dell'aereo. Per fortuna non si sono spinti a dichiarare

Mondo
9 gennaio 2020

Libia, Cipro, Turkishstream: la Turchia rilancia il sogno neo-ottomano

Il Turkishstream ha iniziato a pompare, portando il gas russo in Turchia e da qui al Mediterraneo. Un nuovo e importante tassello del sogno neo-ottomano di Recep Tayyp Erdogan, che con il presidente russo Vladimir Putin ha dato l'avvio ufficiale al gasdotto. Il gasdotto rafforza i legami tra Mosca e Ankara, la cui corsa a occupare spazi geopolitici lasciati vuoti dai suoi

Mondo
8 gennaio 2020

L'Iran bombarda basi Usa. Trump: tutto bene. Guerra evitata?

Arriva la rappresaglia dell'Iran per l'uccisione del generale Qassem Soleimani. Missili contro due basi americane in Iraq. Potrebbe chiudere la guerra iniziata dagli Stati Uniti, dove il condizionale è d'obbligo, ma la speranza, benché minima, c'è. Il comando delle Guardie rivoluzionarie afferma che qualsiasi attacco degli Stati Uniti successivo ai raid innescherà

Mondo
7 gennaio 2020

Tamburi di guerra in Iran. Putin fa la sua prima mossa, in Siria

Putin appare in Siria, in quella che rappresenta la seconda visita ufficiale nel Paese. Una visita a sorpresa, che arriva mentre forti risuonano i tamburi di guerra della crisi iraniana, che vede gli Stati Uniti precipitarsi in una guerra contro Teheran, Si aspettava una mossa di Putin a quella che è una crisi globale, dato che una guerra contro l'Iran non è affare

Mondo
7 gennaio 2020

Soleimani ucciso in missione di pace. Trump intrappolato

Il giorno in cui fu assassinato, il generale Qassem Soleimani doveva incontrare il primo ministro iracheno Abdul Mahdi per portare la risposta iraniana a una proposta di pace saudita. Risposta evidentemente positiva, in caso contrario non si sarebbe mosso il generale, bastava un niet. La missione di pace di Soleimani A rivelare la notizia, lo stesso Mahdi (Matteo

Mondo
4 gennaio 2020

Omicidio Soleimani: Trump e la svolta neocon

Dopo l'omicidio del generale Qassem Soleimani evitare la terza guerra mondiale sarà forse possibile, a questo serviva la telefonata del Segretario di Stato Usa Mike Pompeo al ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov, ma è esercizio arduo evitare un disastroso conflitto in Medio oriente. Trump ha dato una nefasta svolta alla sua presidenza, difficilmente reversibile.