4 novembre

Elvis Presley e Blade runner 2049

Massimo Quattrucci

Come un fiume che scorre

sicuro verso il mare,

funziona così.

Certe cose sono destinate ad essere.

Prendi la mia mano,

prendi anche tutta la mia vita

perché non posso evitare di amarti.

Non possiamo andare avanti insieme

se siamo sospettosi,

non possiamo costruire

su menti sospettose.

Lascia che il nostro amore viva

E asciuga le lacrime dagli occhi,

non lasciare che questa cosa bella muoia.

Non parleremo qui della storia, delle immagini, dei colori del meraviglioso e recentissimo Blade runner 2049, né della superlativa colonna sonora di Hans Zimmer che, riprendendo continuamente melodie e arie di quella di Vangelis del 1982, riesce ad unire alla perfezione i due film.

Accenneremo invece alla bellezza delle due canzoni interpretate e portate al successo da Elvis Presley e scelte dagli autori per dare la voce, in alcune scene del film, a questa meravigliosa colonna sonora che altrimenti sarebbe fatta soltanto di musica. Proprio i due testi, riportati in parte in testa alla presente Pulce, così semplici e veri (visto il tema del film si potrebbe dire umani!), cantati nel film dall’ologramma del Re del Rock and Roll potrebbero essere il motivo della scelta.

Sono un invito a fidarsi, a non lasciarsi vincere dal sospetto, a cercarsi negli occhi di un altro. Affermano che è impossibile evitare un grande amore, tanto da offrirgli tutta la propria vita.

Si tratta di Can’t Help Falling in Love (uno dei tre autori si chiama Creatore!) del 1961, canzone calma e romantica; e di Suspicious minds del 1969, più grintosa e ritmata. Sono due tra i brani più famosi di Presley (Suspicious ha venduto oltre un milione di dischi solo negli Stati Uniti), più volte chiamati ad abbellire pellicole e interpretati da tantissimi dopo di lui (anche in Italia, da Gianni Morandi, Little Tony e recentemente da Ligabue, con il testo completamente riscritto in italiano).

Ecco alcune delle versioni più interessanti e curiose di queste canzoni e qualche preziosa goccia del gran mare di Zimmer:

Can’t help falling in love

Elvis Presley – Pearl jam – Michael Buble – Celine Dion – Arlo Guthrie – Chris Isaak

Suspicious minds

Elvis Presley, nella versione utilizzata in Blade runner 2049 – Elvis Presley live in Las Vegas (la città dei due Blade runner) – Dwight Yoakam – Bruce Springsteen – My morning jacket – Fine young cannibals – Tony Hadley dei Spandau Ballet – Pete Yorn – Ultimo tango a Memphis di Ligabue

Per conoscere Hans Zimmer

da Blade runner 2049Tears in the rain da Blade runner 2049 – da Il gladiatore – Time dal film Inception – dal film Rush – da Il cavaliere oscuro

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this page
20 novembre

A passo d’uomo

26 ottobre

Lizz Wright, Grace

per sostenere il piccolenote