18 settembre

A change is gonna come, Sam Cooke

Massimo Quattrucci

Per chi, come me, non conosce bene l’inglese ascoltare la musica è fidarsi più del cuore, delle sensazioni che le note, gli strumenti, le voci ci danno che non l’esatta comprensione di quello che l’autore dice nella canzone.

A change is gonna come è una di quelle canzoni senza tempo che arrivano dritte al cuore, all’anima. Soul, appunto. E Sam Cooke è una delle più belle, grandi voci della Soul music.

Fin dalle prime note la canzone colpisce, lascia il segno, fa venire i brividi. E i brividi restano, ascolto dopo ascolto, vivi e veri negli anni, ancora oggi a oltre cinquant’anni dalla prima registrazione (uscì nel 1964).

Basterebbe questo. Ma la pulce è ormai entrata nell’orecchio e incuriosisce, chiede di sapere qualcosa di più.

E allora ecco scoprire il bellissimo testo che racconta la storia di Sam (“Sono nato vicino al fiume, in una piccola tenda e come quel fiume non ho mai smesso di correre”) e la storia degli Stati Uniti (la lotta per i diritti civili dei neri, la morte di Kennedy).

Ecco scoprire che la canzone fu pubblicata su 45 giri appena una settimana dopo la misteriosa morte violenta dell’autore in un infimo Motel di Los Angeles, che Obama appena eletto nel 2008 ha citato nel suo discorso alcuni versi della canzone, che Cassius Clay subito dopo essere proclamato campione del mondo dei pesi massimi fece salire sul ring proprio il suo grande amico Sam. E chissà quanto altro.

Di A change is gonna come ci restano centinaia di versioni di altrettanti interpreti, alcuni grandissimi: Otis Redding (la versione che ha avuto maggior successo commerciale), Al Green, Aretha Franklin, Marvin Gaye, Bob Dylan (come non pensare a una comunanza di contenuti con Blowin in the wind e con The times they are changin’?), James Taylor, Tina Turner, Allman Brothers Band e tantissimi altri.

Ora non bisogna fare altro che ascoltarla (e riascoltarla). Queste le varie interpretazioni:

Sam Cook: https://www.youtube.com/watch?v=wEBlaMOmKV4

Otis Redding: https://www.youtube.com/watch?v=yyhL0ioST_U

Aretha Franklin: https://www.youtube.com/watch?v=k6YCxXQ6Scw

Al Green: https://www.youtube.com/watch?v=3Nua5klb4Os

Tina Turnerhttps://www.youtube.com/watch?v=_1pk6E8K9ZE

Bob Dylanhttps://www.youtube.com/watch?v=r099LB3mQXM

James Taylorhttps://www.youtube.com/watch?v=JEC52g2ISfs

Allman Brothers Band: https://www.youtube.com/watch?v=qqKrRATxHXY

Warren Hynes Band: https://www.youtube.com/watch?v=SeGEhkAv7_Q

Jeff Beck & Jimmy Hall: https://www.youtube.com/watch?v=_vQ8_xVf-mM

Beth Hart: https://www.youtube.com/watch?v=QnIL8AKWRNQ

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this page
per sostenere il piccolenote