Postille

1 aprile 2017

La celebrazione triste dei sessanta di Ue

«Domenica al Campidoglio si sono celebrati i sessant’anni della firma dei Trattati di Roma, primo embrione di quella che nel tempo sarebbe diventata l’Unione europea».

 

«Celebrazioni alquanto sottotono quelle di domenica, anche perché tale anniversario, per una coincidenza non certo casuale, è coinciso con l’avvio della Brexit, che a livello simbolico, e non solo, ha indebolito non poco l’edificio comune». Inizia così un articolo che ho scritto per Gli Occhi della Guerra, nel quale si accenna come l’aria che si respirava nel consesso, più che da matrimonio, festività che si addice a un’Unione, era alquanto funesta, da funerale.

 

D’altronde la celebrazione dei sessant’anni di Unione europea potrebbe coincidere con la sua fine, se a maggio le elezioni francesi fossero vinte da Marine Le Pen…

 

(Per leggere l’articolo integrale, cliccare qui)