Notes

1 ottobre 2016

Un notes per Teresina

Oggi santa Teresina di Lisieux, così cara al cuore del popolo cristiano. Per la sua Piccola Via, che tanto conforto ha recato e reca al cuore dei fedeli per la sua semplicità. E per tante altre cose al quale ha legato il suo nome.

 

Per alcune settimane avevamo pubblicato le frasi della piccola santa nella rubrica Per Sanctos. Pratica sospesa per motivi estrinseci. Oggi era giocoforza tornare a pubblicare qualcosa.

 

La frase che proponiamo nella rubrica, e alla quale rimandiamo, ci ha colpito, tra le altre, perché accenna in maniera diremmo definitiva alla vacuità del riporre la propria speranza nel nostro affannoso impegno piuttosto che nella più riposante grazia di Dio. È Dio a operare per il bene, nella nostra vita, nella Chiesa, nel mondo.

 

A noi è chiesto solo di seguire quel filo d’oro che Egli dipana attraversando la sorda resistenza del nostro cuore e l’oscurità del mondo.

 

Abbandonandoci al Suo disegno, meglio chiedendo la grazia di questo povero abbandono. Possibile a una santa come Teresina come a qualsiasi povero peccatore, quando la grazia di Dio tocca e muove.