Notes

17 novembre 2015

Parigi: la lettera di monsieur Leiris

Antoine Leiris, moglie uccisa nella strage di Parigi, ha pubblicato sulla sua pagina faceboock queste righe: «Venerdì sera avete rubato la vita di una persona eccezionale, l’amore della mia vita, la madre di mio figlio, eppure non avrete il mio odio. Non so chi siete e non voglio neanche saperlo. Voi siete anime morte. Se questo Dio per il quale ciecamente uccidete ci ha fatti a sua immagine, ogni pallottola nel corpo di mia moglie sarà stata una ferita nel suo cuore. Perciò non vi farò il regalo di odiarvi. Sarebbe cedere alla stessa ignoranza che ha fatto di voi quello che siete. Voi vorreste che io avessi paura, che guardassi i miei concittadini con diffidenza, che sacrificassi la mia libertà per la sicurezza. Ma la vostra è una battaglia persa».

 

Monsieur Leiris, uno dei più grandi eroi dell’Occidente di questa guerra contro il terrorismo. Che prima di tutto si vince con il cuore e l’intelligenza.