Chiesa

27 luglio 2013

Papa Francesco: l’Angelus, una preghiera semplice che ricorda l’Incarnazione di Gesù

«Una bellissima espressione popolare della fede è la preghiera dell’Angelus. E’ una preghiera semplice da recitarsi in tre momenti caratteristici della giornata che segnano il ritmo delle nostre attività quotidiane: al mattino, a mezzogiorno e al tramonto. Ma è una preghiera importante; invito tutti a recitarla con l’Ave Maria. Ci ricorda un evento luminoso che ha trasformato la storia: l’Incarnazione, il Figlio di Dio si è fatto uomo in Gesù di Nazaret». Così Papa Francesco all’Angelus del 26 luglio dall’arcivescovado di Rio de Janeiro. Quindi, nel giorno della festa dei santi Gioachino e Anna, i genitori della Madonna, ha ricordato che «nella loro casa è venuta al mondo Maria, portando con sé quello straordinario mistero dell’Immacolata Concezione; nella loro casa è cresciuta accompagnata dal loro amore e dalla loro fede; nella loro casa ha imparato ad ascoltare il Signore e a seguire la sua volontà. I santi Gioacchino ed Anna fanno parte di una lunga catena che ha trasmesso la fede e l’amore per Dio, nel calore della famiglia, fino a Maria che ha accolto nel suo grembo il Figlio di Dio e lo ha donato al mondo, lo ha donato a noi».

5 febbraio 2016

Quando il Papa e il patriarca di Mosca si incontrano a Cuba

a75fdfe49d_48024419

È con un comunicato congiunto che la Santa Sede e il Patriarcato di Mosca hanno annunciato oggi, con «gioia» che, «per grazia di Dio», papa Francesco e il Patriarca di Mosca e di tutte le Russia Kirill si incontreranno il 12 febbraio prossimo a Cuba. Un incontro «preparato da lungo...

4 febbraio 2016

Padre Pio e padre Leopoldo: la misericordia e la giustizia

DCF160203F_49636797_300

Sul Corriere della Sera del 2 febbraio Luigi Accattoli firma un articolo sulla traslazione (temporanea) a Roma dei corpi di padre Pio (o san Pio, ma è più familiare così) e san Leopoldo Mandic, i due santi "confessori", nel senso più stretto del termine, che Francesco ha voluto a...

3 febbraio 2016

La guerra in Siria e la tragedia delle sanzioni

siria

Da Tibhirine ad Azeir. Questo l'itinerario spirituale che ha portato alcune suore trappiste in Siria, come lo racconta suor Marta, la superiora del monastero Vergine Fonte della Pace di Azeir. Ce lo racconta in una sua breve visita romana, durante la quale la incontriamo - al Santuario delle...