epa05427730 (FILE) A handout file picture made available on 27 December 2013 by fgulen.com shows Fethullah Gulen, an Islamic opinion leader and founder of the Gulen movement. Turkey's President Recep Tayyip Erdogan allegedly accused Gulen to be behind the attempted coup while making an address to his supporters upon his arrival at Istanbul Ataturk airport in the early hours of 16 July 2016. According to news reports Erdogan denounced the thwarted coup as an 'act of treason' and affirmed his government remains in charge.  EPA/FGULEN.COM / HANDOUT  HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES
Mondo / 19 agosto

I gulenisti e il processo di pace turco

Il movimento Gulen sarebbe stato l'artefice del fallimento del processo di riconciliazione nazionale tra Ankara e i curdi: questa la tesi esposta in un articolo di Mahmut Bozarslan, giornalista che segue da anni l'intricata vicenda curda, pubblicato sul Al monitor il 17 agosto.   Fondato da Fetullah Gulen (oggi esule negli Stati Uniti), il movimento turco, sorta di movimento ecclesiale in salsa islamica,  è oggetto di repressione da parte del governo, che lo ritiene protagonista del recente tentativo di colpo di Stato contro Recep Erdogan.   Bozarslan fonda la sua tesi sulla testimonianza dell'avvocato Muharrem Erbey, cinque anni in prigione per aver difeso la causa curda, il quale gli ha confidato che furono proprio i gulenisti a far fallire più volte la riconciliazione nazionale, causa di tante tragedie per l'Anatolia.   E ciò a partire dal 2009, quando allo scopo usò la forza della sua rete occulta, alla quale erano affiliate tante persona...

ALEPO-NIÑO.jpeg2_
Postille / 19 agosto

Il piccolo Omran e la guerra di Siria

L'immagine del piccolo Omran commuove il mondo. Che si mobilita per imporre una tregua umanitaria ad Aleppo, la città martire del conflitto siriano. L'Onu ha deciso di sospendere gli aiuti diretti alla città a causa del perdurare degli scontri, e ha chiesto una cessazione delle ostilità di almeno 48 ore, alla quale la Russia si è detta favorevole.   In realtà la vicenda si colloca nell'ambito di un'operazione propagandistica ad opera dei cosiddetti ribelli, tesa a ostentare al mondo i crimini del governo di Damasco sul quale ricade la responsabilità del bombardamento nel quale è rimasto ferito il piccolo (ma i russi smentiscono in maniera recisa e dettagliata).   La strumentalizzazione della vicenda si evince anche dalla visione del video, davvero di ottima fattura (davvero bravi registi questi jihadisti, come si può notare anche guardando i video dell'Isis, con i quali evidentemente i jihadisti di Aleppo condividono la casa di produzione).   Nel vid...

ospedaleyemen
Mondo / 17 agosto

Yemen: bombe saudite sull’ospedale

«Non sono stati errori [...] le coordinate GPS delle nostre strutture sono state rese note a tutti gli schieramenti impegnati nei combattimenti». Così Xisco Villalonga, vicedirettore delle operazioni di Medici senza Frontiere sul bombardamento di una loro struttura sanitaria colpita ieri in Yemen dalla «coalizione a guida saudita» che da tempo lotta contro la ribellione degli sciiti Huti. A interpellare il dirigente dell'organizzazione umanitaria, per la Repubblica del 17 agosto, è stata Veronica di Norcia. È la quarta struttura sanitaria di Medici senza Frontiere distrutta in Yemen dai raid della coalizione internazionale a guida saudita.   Nota a margine. C'è un'evidente discrasia tra gli ospedali bombardati nella guerra yemenita e quelli distrutti in Siria: i primi non fanno notizia, tanto che tra i giornali mainstream solo Repubblica riporta il bombardamento di ieri. Né fino ad ora si era data notizia delle strutture sanitarie distrutte in precedenza...   ...

mondo

17 agosto

Siria: la Cina si schiera con Assad

53dd1c0173bf3affead7bc0c735cee11_article1

«Entra in campo anche la Cina nello scenario di guerra siriano. La seconda potenza economica mondiale, e ormai militare, muove i primi passi per unirsi alla collaudata alleanza russo-iraniana a sostegno del regime di Damasco, di cui potrebbe diventare il terzo significativo partner. Un passo sulla

16 agosto

Siria: quando Iran e Turchia si incontrano

turchia iran

«Su alcuni temi c‘è un’intesa, soprattutto sull’integrità territoriale della Siria e dei suoi confini. Su altre questioni ci sono delle divergenze. Dobbiamo combattere insieme contro le organizzazioni terroristiche. Per una pace permanente e una soluzione del conflitto in Siria la nostra co

4 agosto

Libia: nessuna strategia

libia

«Ha lasciato sconcertati ascoltare il generale Waldhauser quando il 22 giugno scorso si è presentato alla Commissione Difesa del Senato per la conferma della nomina a responsabile dell'Africa Command delle forze armate Usa. Quando il presidente della Commissione McCain gli ha chiesto quale fosse l

3 agosto

Anadolu: la Cia ha aiutato i golpisti turchi

cq5dam.web.738.462

L'agenzia di stampa turca Anadolu accusa la Cia: sapeva del colpo di Stato, anzi ha aiutato i golpisti. Accusa inusuale, dal momento che a lanciarla è l'organo di informazione ufficiale dello Stato.   La denuncia di Anadolu si concentra sull'attività dell'Agenzia di informazione americana S

3 agosto

Libia: bombardamenti “presidenziali”

WCENTER 0XLHDAQDOP                epa02770261 Smoke rises in the sky after a NATO air strike in Tripoli, Libya, 07 June 2011. According to media sources, NATO planes bombed the Tripoli compound of Libyan leader Muammar Gaddafi for the second time on 07 June. There was fire in the Bab al-Aziziya compound and heavy black smoke was seen coming out. Four explosions were heard earlier in the day in the Libyan capital, three of them in Bab al-Aziziya. Witnesses said that attacks were also targeting intelligence offices in central Tripoli.  EPA/STR

Gli Stati Uniti bombardano la Libia. Obiettivo l'Isis. Cosa totalmente inutile contro il Terrorismo, anzi lo alimenterà come successo per tutte le precedenti guerre neocon. Inutile contro il terrorismo, la nuova campagna libica è però utile ad altri scopi.   I bombardamenti infatt

notes

6 agosto

Paolo VI, la vita cristiana e la persecuzione

Oggi è l'anniversario della morte di Paolo VI, il «nostro Paolo VI» come ebbe a indicare in maniera definitiva don Luigi Giussani. In questa ricorrenza, pubblichiamo alcuni brani di una meditazione su san Paolo che don Giacomo Tantardini ebbe a pubblicare per la rivista 30giorni («La grazia di Dio salvatore: libera, bastevole, per noi necessaria»).   La pubblichiamo anche a commento e integrazione della commovente, quanto intellige

per sanctos

Teresina e la giusta misericordia di Dio

«Io spero tanto nella giustizia del buon Dio che nella sua misericordia. È per il fatto che Egli è giusto che è compassionevo

per sostenere il piccolenote

unnamed
Impressioni / 9 agosto

Il “miracolo della neve”

Il 5 agosto la Chiesa fa memoria della dedicazione della Basilica di Santa Maria Maggiore, la più antica chiesa d'Occidente dedicata alla Madonna.   In questa occasione, nella Basilica romana è uso rievocare il "miracolo della neve", legato alla nascita dell'edificio di culto. Così, durante la liturgia, dal cassettone posto sopra l'altare, da secoli viene rilasciata una cascata di candidi petali, che fluttuando, cadono dabbasso.   Il miracolo al quale si rimanda si sarebbe verificato nella notte del 5 agosto dell'anno 352: un nobile romano, che aveva fatto il proposito di offrire i suoi beni per edificare una chiesa dedicata alla Madonna, aveva fatto un sogno: un luogo innevato gli indicava il punto in cui avrebbe dov...

unnamed-360x282
Impressioni / 22 luglio

La Madonna de Noantri

La foto raffigura la Madonna de Noantri, così come si vede, ed è venerata, nella chiesa di Sant’Agata in Trastevere. La tradizione racconta che nel 1535, dopo una forte tempesta, alcuni pescatori trovarono tale statua lignea sulle rive della foce del Tevere, impigliata nelle reti da pesca.   La statua fu donata ai frati Carmelitani della chiesa di San Crisogono e da allora i romani del quartiere di Trastevere la adottarono come loro protettrice, ribattezzandola "La fiumarola", ma anche "Madonna de noantri", titolo poco "alto", ma indicativo di un affetto popolare.   Ogni anno, a luglio, durante la tradizionale Festa de noantri, viene portata, vestita con uno dei suoi tantissimi e preziosi abiti, in processione ...

unnamed
Impressioni / 13 luglio

Re Federer

Pur non avendo vinto il recente torneo di WimbledonRoger Federer, l'immortale, ha incantato ancora. Quando nei quarti ha eliminato Marin Cilic, in una partita memorabile, vinta dopo essersi trovato sotto di due set.   La bellissima immagine del re Federer, la persona in cui si realizza il gesto naturale del tennis, compresi i salti proibiti ad ogni altro essere umano, quando la palla è perfettamente all'apice, mi ricordano uno scritto del padre della regia teatrale moderna in cui incrociavo la passione giovanile del tennis, il ricordo dei lunghi e a volte tediosi allenamenti e la gioia quando un colpo riusciva, quasi miracolosamente alla perfezione.   Ne avverto ancora l’odore forte. La terra rossa appena bagn...