Mondo
22 gennaio

Siria: l'attacco israeliano e le asserite minacce iraniane

Nuovi attacchi in Siria da parte israeliana, contro la presenza militare iraniana nel Paese limitrofo, che Teheran continua a derubricare a personale tecnico e dispositivi bellici. Siria: l'attacco È stato il più massiccio attacco registrato nell'ultimo anno, portato con aerei e missili. Danni molto limitati secondo i siriani, che comunque piangono la perdita di quattro

Mondo
21 gennaio

L'Oxfam e la tragica disuguaglianza globale

"Da marzo 2017 a marzo 2018 la ricchezza dei quasi duemila miliardari del pianeta è aumentata di oltre 900 miliari di dollari mentre per la metà più povera del globo, circa 4 miliardi di persone si è ridotta dell'11 per cento". Dati dell'ultimo rapporto Oxfam sulla distribuzione della ricchezza globale. Inoltre 26 multimiliardari posseggono la ricchezza della metà più

Mondo
18 gennaio

Siria: Mambij, il video dell'attentatore professionista

L'Osservatorio siriano per i diritti umani ha pubblicato il video dell'attentato di Mambij, che ha causato 21 morti, tra i quali quattro soldati americani (cliccare qui). Un attentato che contrasta le affermazioni di Trump sul fatto che l'Isis sia in ritirata, dato che l'Agenzia del Terrore lo ha rivendicato. E che pone nuove criticità al ritiro delle truppe americane

Mondo
18 gennaio

America Latina: il vento di destra e Maduro

Jair Bolsonaro si dice pronto a "ripristinare la democrazia in Venezuela". E incontra i leader dell'opposizione del Paese confinante. Una dichiarazione di guerra. Maduro nel mirino Tira una brutta aria in Sud America, L'Oas, l'organizzazione degli Stati Americani, ha dichiarato illegittimo l'ulteriore mandato di Nicolás Maduro, eletto ancora una volta presidente dopo

Mondo
17 gennaio

Mambij: la bomba dell'Isis sul ritiro Usa dalla Siria

Quattro i soldati morti nell'attentato di Mambij (Siria) rivendicato dall'Isis, coinciso con l'attacco di un commando in un complesso turistico di Nairobi, che ha fatto 21 morti. Mambij e il ritiro Usa dalla Siria L'ondata di Terrore serve a smentire le dichiarazioni di Trump, che ha giustificato il ritiro delle truppe americane dalla Siria con la sconfitta

Mondo
17 gennaio

Cesare Battisti, fine di un'impunità

L'arresto di Cesare Battisti ha avuto grande eco, non tanto per l'importanza del killer, quanto per il suo significato simbolico. Cesare Battisti e la rete di protezione Sono noti i rapporti del latitante con élite intellettuali e politiche francesi e sudamericane, che affermano di vedere in lui, come in altri ex terroristi, un rivoluzionario perseguitato. Una rete di

Mondo
16 gennaio

Andreotti e Cosa Loro (5)

Nella ricorrenza dei cento anni dalla nascita di Giulio Andreotti è arrivato puntuale l'atto di accusa di Giancarlo Caselli, per il quale va detto a suo merito che, a differenza di altri, ha contrastato in maniera aperta e non occulta lo statista italiano. Andreotti e la sentenza ignorata Nel suo scritto, Caselli ripete l'usuale mantra: Andreotti, come da sentenza di

Mondo
15 gennaio

Vice, i neocon e l'indicibile

"Ringrazio Satana di avermi dato ispirazione per interpretare il mio ruolo".Così Chistian Bale ha salutato il premio che gli è stato tributato al Golden Globe per l'interpretazione di Dick Cheney nel film Vice.

Vice Una frase che ha suscitato sdegno e il malizioso elogio della Chiesa di Satana. Ma non detta a caso: l'attore ha voluto esprimere, un po' confusamente

Mondo
15 gennaio

Debka e il maccartismo che agita Israele

"Un paese straniero" vuole interferire nelle prossime elezioni israeliane che si svolgeranno nel prossimo aprile". Questo il grido di allarme lanciato l'8 gennaio scorso nel corso di una pubblica conferenza da Nadav Argaman, nuovo capo dello Shin Bet. Il maccartismo d'Israele Un allarme che si è propagato nei media israeliani, sui quali è iniziata la caccia all'untore che,

Mondo
14 gennaio

Bolton, il Muro e il ritiro dalla Siria

Al "Pentagono sono sempre più preoccupati che il consigliere della sicurezza nazionale del presidente Trump, John R. Bolton, possa scatenare un conflitto con l'Iran". Così sul New York Times. Bolton e l'ossessione Iran Già lo scorso anno Bolton chiese di bombardare l'Iran, continua il giornale, dopo l'esplosione di alcuni missili iraniani nelle vicinanze di postazioni