Mondo
17 luglio 2019

Trump: con l'Iran sono stati fatti progressi...

Al termine del vertice Onu, in una riunione a porte chiuse con i suoi, Trump ha dichiarato che "sono stati fatti progressi con l'Iran" che "non cerca un cambio di regime". Giornata di distensione, dunque, accompagnata dall'incontro tra il premier inglese Theresa May e il primo ministro di Gibilterra Fabian Picardo per risolvere la questione del sequestro della Grace 1, la

Mondo
17 luglio 2019

La Luna, l'Apollo 11 e il film di Kubrick

I 50 anni dallo sbarco dell'Apollo 11 sulla Luna sono motivo di orgoglio per l'America, che in quel fatidico '69 assestava un colpo irreversibile alla superpotenza rivale, dal quale non si sarebbe più rialzata. E indicava al mondo che il futuro era saldamente nelle mani degli Stati Uniti. Insieme alla Luna, infatti, Washington, grazie all'Apollo 11, si sarebbe presa anche

Mondo
16 luglio 2019

Yemen: il fragile accordo di Hodeida e il ritiro degli Emirati

Le parti belligeranti del conflitto in Yemen si sono incontrate e hanno "concordato un meccanismo e nuove misure per rafforzare il cessate il fuoco e la distensione, da mettere in atto quanto prima". Così un comunicato delle Nazioni Unite. Un piccolo accordo, magari estemporaneo e forse di non facile attuazione, quello fiorito ieri su una nave dell'Onu ancorata nel Mar

Mondo
15 luglio 2019

Onu: l'Iran al centro dell'attenzione. Di ineffabili speranze

Oggi, alla riunione dell'Onu, si discute delle tensioni Iran-Usa. Sarà presente il ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif che, dopo tante distanze, potrà dialogare con i leader dell'Occidente. Occasione importante per cercare vie di distensione. A Zarif è stato acconsentito di partecipare al vertice. A dichiarare pubblicamente che gli Stati Uniti gli avevano

Mondo
13 luglio 2019

Negli Usa spira un vento di contrasto alle Guerre infinite

La Camera degli Stati Uniti approva una legge che limita il potere di guerra del presidente, imponendo la necessità dell'approvazione del Congresso per avviare un  intervento militare. Un voto che i promotori della legge hanno definito storico. La norma impedirebbe al presidente anche di usare la legge emanata nel post 11 settembre, che gli conferisce potere assoluto in

Mondo
13 luglio 2019

Il caso Epstein, le difficoltà di Netanyahu e la crisi di Gaza

Si dimette  Alex Acosta, il ministro del Lavoro Usa bersaglio di accuse relative alla vicenda Epstein, il miliardario arrestato per abuso di minori. Il caso Epstein fa la sua prima vittima, ma sembra ne stia facendo un'altra, stavolta in Israele. Acosta ha pagato pegno per la precedente disavventura giudiziaria di Epstein, sempre legata ai minori: quando era procuratore

Mondo
12 luglio 2019

Turchia: arrivati i primi elementi degli S-400 russi

La Turchia annuncia che i primi elementi del sistema di difesa missilistico S-400 russo sono stati consegnati. A nulla sono dunque valse le minacce di Washington, che ha tentato in tutti i modi di dissuadere il presidente turco dal prendere un'iniziativa designata come oppositiva al sistema difensivo Nato. A più riprese gli Stati Uniti hanno infatti dichiarato che nel caso

Mondo
12 luglio 2019

Ucraina: Zelensky telefona a Putin

Volodimir Zelensky ieri ha telefonato a Vladimir Putin. Si apre così una nuova fase dei rapporti tra Ucraina e Russia, dopo anni di attriti e conflitti avviati dalla rivoluzione (o colpo di Stato) di Piazza Maidan. Una conversazione telefonica durata venti minuti, quella di ieri, il cui contenuto è rimasto riservato e che il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha

Mondo
11 luglio 2019

Iran: i Costruttori di guerra chiudono un altro spiraglio

L'Iran è accusato di aver tentato di intercettare una petroliera britannica. Questa l'accusa mossa da Londra e Washington, nonostante la smentita degli asseriti aggressori, ovvero i Guardiani della rivoluzione, i quali hanno negato spiegando che, nel caso fosse richiesta loro una missione simile, sarebbero in grado di assolverla "immediatamente, fermamente e rapidamente"

Mondo
10 luglio 2019

Scandalo Epstein: trema l'élite globale

La procura di New York ha arrestato per abuso e traffico di minori il grande finanziere Jeffrey Epstein. E tanta élite trema. L'uomo era già stato condannato per reato analogo, ma scontò una pena lieve grazie a un patteggiamento accordato dall'allora procuratore Alexander Acosta, attuale ministro del Lavoro e oggi al centro di  critiche per quella scelta, con annessa