Riquadri
21 febbraio

Gaetano Previati, La via al Calvario

«Anche lei era salita, salita. / Nella confusione, un po’ indietro. / Salita al Golgota. Sul Golgota. Sulla cima. Fino alla cima. /Dove lui adesso era crocifisso». Sono versi dal Mistero della carità di Giovanna d’Arco di Charles Péguy. Versi che potrebbero essere usati come didascalia di questa tela di Gaetano Previati, La via al Calvario, che è stata da poco donata

Postille
20 febbraio

Afrin

Ancora incerto il destino del cantone curdo siriano di Afrin, dove i turchi stanno dando battaglia ai curdi dello Ypg e del Pkk, che considera organizzazioni terroriste. Ieri Damasco aveva annunciato l'arrivo di forze siriane per portare «sostegno ai curdi contro l'aggressione turca» - così l'Agenzia di stampa governativa Sana - e fermare la campagna militare di

Postille
20 febbraio

Netanyahu e la disfida di Monaco

Ha fatto il giro del mondo la foto di Benjuamin Netanyahu che, agitando un pezzo di ferro, chiedeva al ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif se lo riconoscesse, dal momento che si trattava di parte del drone iraniano abbattuto all'interno dei confini israeliani il 10 febbraio. È accaduto due giorni fa al Forum per la sicurezza internazionale di Monaco, presente lo

Mondo
19 febbraio

Siria: Israele cambia strategia

In un articolo pubblicato su Occhi della Guerra, riprendo l'articolo di Hamos Arel publbicato oggi da Haaretz, che ragguaglia sulle preoccupazioni Israeliane riguardo la sicurezza dei propri confini. Nel suo articolo, Arel riferisce quanto scritto dall'analista Elizabeth Tsurkov, la quale ha spiegato sul suo blog che decine di ribelli parlano di «un cambiamento

Postille
19 febbraio

Damasco si propone per difendere Afrin dai turchi

Il conflitto siriano vede nuovi sviluppi: Damasco potrebbe porsi a difesa dei curdi di Afrin, martellati dall'offensiva turca intrapresa nella regione. Potrebbe essere la fine dei combattimenti, dal momento che i turchi potrebbero fermare la loro campagna militare. Usiamo il condizionale perché è solo un'ipotesi, che però circola con insistenza, tra conferme e

La pulce nell'orecchio
19 febbraio

Almeno tu nell’universo

Almeno tu nell’universo, Mia Martini Tu, tu che sei diverso almeno tu nell'universo, un punto sei, che non ruota mai intorno a me un sole che splende per me soltanto come un diamante in mezzo al cuore. Tu, tu che sei diverso almeno tu nell'universo! Non cambierai dimmi che per sempre sarai sincero e che mi amerai davvero di più, di più, di

Mondo
17 febbraio

Strage Florida: Cruz segnalato all’Fbi un mese fa

Sulla strage scolastica avvenuta alcuni giorni fa nel liceo di Parkland, una delle  più efferate registrate negli Stati Uniti, emergono altri dettagli inquietanti.

L'FBI ha ricevuto una segnalazione il mese scorso da qualcuno vicino a Nikolas Cruz, che aveva denunciato come l'autore dell'eccidio possedesse una pistola e gli avesse confidato di voler compiere una strage in

Postille
17 febbraio

Gli Usa: non abbiamo prove delle armi chimiche di Assad

E così, dopo tante piccole bugie e altrettante spudorate menzogne, la narrativa anti-Assad subisce una ferita mortale: gli Stati Uniti hanno ammesso che non hanno nessuna prova che il presidente siriano abbia usato il sarin. Inizia così un articolo che ho pubblicato per Occhi della guerra (cliccare qui) che dà conto delle sorprendenti affermazioni del ministro della

Mondo
16 febbraio

Strage Florida: Cruz denunciato cinque mesi fa…

Lo scorso settembre l'Fbi aveva ricevuto una segnalazione più che inquietante riguardo Nicolas Cruz, il ragazzo che ha fatto strage nel liceo di Parkland, in Florida. Aveva avviato una blanda inchiesta. Tanto blanda che non ha portato a niente. E oggi si piangono 17 ragazzi morti ammazzati. La rivelazione scioccante arriva dal Washington Post di oggi, in un articolo

Postille
15 febbraio

Gli Isis defenders

La strage avvenuta a Deir Ezzor, dove l'aviazione americana ha ucciso circa cento siriani (Piccolenote), conosce uno sviluppo nuovo. Ieri gli Stati Uniti hanno diffuso la notizia che i morti ammazzati non sarebbero cento ma duecento. E sarebbero russi, mercenari della compagnia Wagner. La diffusione di tale notizia, al di là della smentita di Mosca, è alquanto strana.

per sostenere il piccolenote