Postille
16 ottobre

Iran: la partita è ancora aperta

Tillerson si smarca dal presidente e in un'intervista alla Cnn dichiara che gli Stati Uniti vogliono modificare il trattato nucleare con l'Iran, ma conservarlo. Una frase che appare conciliante, dopo le fiammate di Trump. Una sconfessione a metà del presidente, dal momento che questi, pur avendo dichiarato l'insolvenza dell'Iran riguardo i patti sul nucleare, ha però

Chiesa
16 ottobre

Nigeria: il miracolo del sole si è ripetuto?

Ci hanno girato dei video e delle foto che circolano sul web, riportate anche da quella che appare la pagina ufficiale della Conferenza episcopale nigeriana, che destano curiosità, e non poca. Si tratta di video e di foto che sembrano indicare la ripetizione del miracolo del sole avvenuto a Fatima il 13 ottobre del 2017: nelle immagini che circolano si vede un sole che

Postille
14 ottobre

Nucleare Iran: vince l’esoterismo

Donald Trump dunque ha deciso di non certificare l'accordo sul nucleare iraniano raggiunto a suo tempo da Obama e firmato anche da Russia, Cina, Germania, Gran Bretagna e Francia. L'intesa prevede, per la parte americana, che ogni 90 giorni il presidente "certifichi" che Teheran rispetta i patti. Nelle due occasioni precedenti Trump aveva constatato tale consonanza,

Postille
13 ottobre

L’accordo storico tra Hamas e Fatah

Ieri è stato annunciato l'accordo tra Fatah e Hamas, dopo giorni di trattative serrate, svolte nel luogo più sicuro che potessero trovare, la sede dei servizi segreti egiziani. Proprio l'Egitto è stato il grande sponsor di questa riconciliazione storica, che sana la frattura decennale delle due grandi famiglie palestinesi, consumata quando Hamas aveva preso il controllo

Postille
13 ottobre

Il senso di Trump per l’Iran

Il mondo è sospeso a quanto deciderà il presidente Trump. Oggi ha additato l'Iran come nemico del mondo, il maggiore sponsor del terrorismo internazionale, contro il quale intende mobilitarsi e mobilitare. Una minaccia alla quale Teheran ha risposto a tono, ovviamente: se sarà attaccato si difenderà. Detto questo resta che Trump non ha ancora rivelato se

Come in cielo
13 ottobre

Fatima 13 ottobre 1917: vedere per credere

Cento anni fa, l'ultima apparizione di Fatima. Il 13 luglio precedente. Lucia, la più grande dei  tre pastorelli, l'unica che poteva parlare con la Madonna, le aveva domandato: «Vorrei chiederle di dirci chi è, e di fare un miracolo per cui tutti credano che Vostra Signoria ci appare». Una richiesta audace, come quelle che fanno i bambini alle mamme. Alla quale la

Mondo
12 ottobre

Barak: Trump non rompa con l’Iran

«Ehud Barak, l'ex leader israeliano conosciuto per le sue posizioni dure verso l'Iran, ha dichiarato che sarebbe un "errore" se il presidente Trump decidesse di de-cerificare l'accordo sul nucleare iraniano, sia perché avvantaggerebbe l'Iran, sia perché verrebbe vanificata ogni speranza di negoziare con la Corea del Nord». Inizia così un articolo di Mark Landler,

Postille
12 ottobre

Catalogna, il tempo si è fatto breve

«Assumo il mandato per far sì che il popolo Catalano diventi uno Stato indipendente sotto forma di repubblica». Questa l'attesa dichiarazione di Carles Puigdemont alla Generalitat catalana. Una dichiarazione di indipendenza alquanto ambigua, peraltro sospesa per avviare «l'apertura di un negoziato con lo Stato spagnolo per definire un sistema di collaborazione per il

Postille
10 ottobre

L’Iran, i neocon e l’isolazionismo di Trump

Il 5 ottobre un articolo del Washington Post fa il giro del mondo: Donald Trump intende de-certificare l'accordo sul nucleare iraniano. Una notizia che si basa su fonti anonime interne all'amministrazione americana, dal momento che il presidente sta mantenendo fede a quanto annunciato il 21 settembre scorso, quando aveva dichiarato di aver preso una decisione in merito, che

La pulce nell'orecchio
9 ottobre

Eddie Vedder, Guaranteed

“Vento tra i miei capelli, mi sento parte di ogni luogo Vorrei trovare un mio modo di essere Conoscevo tutte le regole, ma le regole non conoscevano me. Garantito” Mi gira un po’ la testa a scrivere di Eddie Vedder. Difficile, forse impossibile. Una canzone più bella dell’altra, un testo più profondo dell’altro. Non so cosa scegliere, perché qualsiasi

per sostenere il piccolenote