Mondo
20 luglio 2019

Kubrick, Shining e l'Apollo 11

Dato che è l'anniversario dello sbarco dell'Apollo 11 sulla Luna, nel ricordare l'incredibile, fantastico, evento, un piccolo divertissement, nato da una sollecitazione di uno dei nostri lettori. In altro articolo (Piccolenote) abbiamo accennato a come Donald Rumsfeld avesse suggerito a Nixon, in caso di difficoltà della missione Apollo 11, di preparare un piano B. Si

Mondo
19 luglio 2019

L'ambasciatore saudita all'Onu: chiudiamo la guerra in Yemen e all'Iran

Abdallah al-Moallemi, rappresentante dell'Arabia Saudita presso le Nazioni Unite, ha dichiarato: "I sauditi non vogliono la guerra contro l'Iran, né nello Yemen né fuori dallo Yemen. È giunto il momento di porre fine alla crisi in Yemen". "Il mantenimento delle relazioni diplomatiche con l'Iran necessita di un terreno comune", ha affermato il diplomatico saudita, il

Mondo
19 luglio 2019

Iran: il dialogo sta per iniziare...

Il confronto Usa-Iran vede spiragli: qualcosa si muove, sottotraccia, allentando tensioni e aprendo spazi al dialogo. Cenni che val la pena riportare. Anzitutto l'attualità, dominata da due notizie in linea con il contrasto ancora acceso: il sequestro di una petroliera da parte delle Guardie rivoluzionarie iraniane e l'asserito abbattimento di un drone di Teheran da parte

Mondo
19 luglio 2019

Il duello Barak - Netanyahu e il viaggio di Rivlin in Corea del Sud

La bomba Epstein è deflagrata in piena campagna elettorale israeliana, creando difficoltà a Ehud Barak, candidato a essere protagonista delle prossime elezioni. L'ex primo ministro israeliano aveva già dovuto giustificare le donazioni ricevute da una sua azienda da parte del miliardario americano accusato di abuso e traffico di minori. Ma la bomba vera è scoppiata nei

Mondo
18 luglio 2019

Le guerra di Trump contro l'ala radicale del partito democratico...

Il "razzismo" di Trump è stato condannato formalmente dal Congresso degli Stati Uniti. Erano 100 anni che un presidente non subiva una censura formale da parte del Parlamento. Il Congresso ha condannato le sue esternazioni contro alcune esponenti del partito democratico (le radicali Alexandria Ocasio-Cortez, Rashida Tlaib, Illhan Omar e Ayanna Pressley, ritratte

Mondo
17 luglio 2019

Trump: con l'Iran sono stati fatti progressi...

Al termine del vertice Onu, in una riunione a porte chiuse con i suoi, Trump ha dichiarato che "sono stati fatti progressi con l'Iran" che "non cerca un cambio di regime". Giornata di distensione, dunque, accompagnata dall'incontro tra il premier inglese Theresa May e il primo ministro di Gibilterra Fabian Picardo per risolvere la questione del sequestro della Grace 1, la

Mondo
17 luglio 2019

La Luna, l'Apollo 11 e il film di Kubrick

I 50 anni dallo sbarco dell'Apollo 11 sulla Luna sono motivo di orgoglio per l'America, che in quel fatidico '69 assestava un colpo irreversibile alla superpotenza rivale, dal quale non si sarebbe più rialzata. E indicava al mondo che il futuro era saldamente nelle mani degli Stati Uniti. Insieme alla Luna, infatti, Washington, grazie all'Apollo 11, si sarebbe presa anche

Mondo
16 luglio 2019

Yemen: il fragile accordo di Hodeida e il ritiro degli Emirati

Le parti belligeranti del conflitto in Yemen si sono incontrate e hanno "concordato un meccanismo e nuove misure per rafforzare il cessate il fuoco e la distensione, da mettere in atto quanto prima". Così un comunicato delle Nazioni Unite. Un piccolo accordo, magari estemporaneo e forse di non facile attuazione, quello fiorito ieri su una nave dell'Onu ancorata nel Mar

Mondo
15 luglio 2019

Onu: l'Iran al centro dell'attenzione. Di ineffabili speranze

Oggi, alla riunione dell'Onu, si discute delle tensioni Iran-Usa. Sarà presente il ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif che, dopo tante distanze, potrà dialogare con i leader dell'Occidente. Occasione importante per cercare vie di distensione. A Zarif è stato acconsentito di partecipare al vertice. A dichiarare pubblicamente che gli Stati Uniti gli avevano

Mondo
13 luglio 2019

Negli Usa spira un vento di contrasto alle Guerre infinite

La Camera degli Stati Uniti approva una legge che limita il potere di guerra del presidente, imponendo la necessità dell'approvazione del Congresso per avviare un  intervento militare. Un voto che i promotori della legge hanno definito storico. La norma impedirebbe al presidente anche di usare la legge emanata nel post 11 settembre, che gli conferisce potere assoluto in