siria
Postille / 27 settembre

La battaglia d’Aleppo

È iniziata la battaglia finale per Aleppo. Fatti convergere sulla città le unità scelte, Damasco ha iniziato l'attacco per la sua conquista. L'apporto di milizie iraniane e di hezbollah, ma soprattutto l'intelligence e l'aviazione russa, possono permettergli un'operazione militare che altrimenti non avrebbe mai potuto sperare di portare a compimento, dal momento che le milizie islamiste sono legioni e possono avvalersi di armi all'avanguardia, fornite loro da Stati Uniti e monarchie del Golfo.   Si è chiusa indecorosamente la finestra della pace, seppellita a Deir Ezzor da un proditorio bombardamento dei top gun americani sui militari siriani durante una tregua concordata tra Mosca e Washington. Bombardamento che ha cancellato ogni credibilità della diplomazia Usa agli occhi dei russi e dei loro alleati.   Così la parola è rimasta alle armi. E l'attacco ad Aleppo Est, a lungo frenato dai russi in attesa di un accordo con gli Usa, è diventato inevit...

colombia-pace6-2-755x491
Mondo / 27 settembre

Colombia: la pace ratificata

«L’accordo di pace fra il governo di Bogotà e le Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (Farc) che ha posto fine al più lungo conflitto armato del continente è stato firmato oggi a Cartagena de Indias, sulla costa caraibica del paese sudamericano. Juan Manuel Santos, presidente della Colombia, e Rodrigo Lodrono detto Timochenko, comandante delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (Farc) hanno sottoscritto il testo dell’intesa con un «baligrafo», cioè una pallottola (bala) trasformata in penna stilografica». Così sulla Stampa del 26 settembre.   Nota a margine. Atteso a lungo, finalmente l'accordo è stato sottoscritto dalle parti. Verrà sottoposto a referendum popolare, che verosimilmente avrà esito positivo. Un'intesa che è da ostentare al mondo, come ha detto Lodrono, il quale ha auspicato che qualcosa di analogo possa accadere per la Siria e per il tormentato conflitto tra israeliani e palestinesi.    Fa più rumore una bomba che cade...

Rodrigo-Duterte-okiho-1200x800
Mondo / 27 settembre

Le Filippine si smarcano da Washington

«Il presidente delle Filippine Rodrigo Duterte ha detto lunedi che nel corso di questo anno avrebbe visitato la Russia e la Cina al fine di tracciare una politica estera indipendente e creare "alleanze aperte" con le due potenze che presentano rivalità storiche con gli Stati Uniti». Così sulla Reuters del 26 settembre.   «Duterte ha detto che le Filippine sono giunte al "punto di non ritorno" nel rapporto con l'ex potenza coloniale degli Stati Uniti, così ha voluto rafforzare i legami con le altre due potenze mondiali con le quali Washington si trova in contrasto sulla scena politica internazionale».   Nota a margine. Rodrigo Duterte cerca quindi di smarcare il suo Paese dalla tutela di Washington, che dura tempo. Un cambiamento non di poco conto nel panorama asiatico (e non solo) se si tiene in considerazione anche il grande peso di Manila nella controversia che oppone Pechino ai vari Paesi bagnati dal Mar cinese meridionale, sulla quale si gioca il futuro ...

mondo

26 settembre

Il muro del silenzio sui massacri in Yemen

yemen

Sulla Stampa del 25 settembre Domenico Quirico pubblica un articolo sulla guerra in Yemen, che contrappone le forze anti-governative, in prevalenza sciiti Huti, e Ryad. Un vero inferno dal quale nessuno può scappare, nemmeno da profugo, «perché un assedio metodico e spietato da terra e dal cie

26 settembre

Usa: questioni di hacker

7883675-haker-643-385

Ha destato sconcerto nel mondo il reiterato hackeraggio dei sistemi informatici degli Stati Uniti, che hanno rivelato le mail della Clinton registrate sul suo server personale nonostante la natura pubblica (sistema del quale sembra sia stato a conoscenza anche Barack Obama nonostante i dinieghi, co

23 settembre

La malattia della Clinton e degli ambiti che la sostengono

images

«Hillary Clinton era ospite di Sarina Fazan su “Florida TV” quando le è stato chiesto di partecipare ad un test neurologico usato per individuare demenza o a Alzheimer nelle persone anziane. Lei ha risposto: "Ho solo avuto una polmonite e ci hanno pensato gli antibiotici a curarla. E’ passat

23 settembre

Un’inchiesta sul massacro Usa di Deir Ezzor

487630555

Barack Obama ha ordinato un'inchiesta segreta per scoprire chi ha ordinato l'attacco dei top gun Usa contro l'esercito siriano a Deir Ezzor che ha fatto strage di militari siriani (oltre sessanta le vittime). Attacco che ha chiuso le porte alla fragile tregua, stabilita in Siria il 12 settembre a

21 settembre

L’attentatore di NY era noto all’Fbi

Manhunt-master768

La storia dell'attentatore più o meno solitario di New York, l'afgano-americano Ahaman Khan Rahami, presenta «un dettaglio inquietante: due anni fa il padre aveva denunciato all'Fbi il figlio "terrorista". Qualcosa non ha funzionato?». Così Anna Lombardi sulla Repubblica del 21 settembre.  

notes

6 settembre

Una preghiera a Madre Teresa

  La proclamazione della santità di Madre Teresa non ha bisogno di ulteriori nostri commenti (chi vuole può leggere quanto scrivemmo tempo fa). Già troppi i commenti sui giornali, che presto probabilmente saranno dimenticati lasciando un po' tutto quel che era, ovvero un mondo dove il cristianesimo, come ha più volte ripetuto papa Benedetto XVI, è ormai una fiammella che non trova più alimento.   Sicuramente un po' di questo

per sanctos

Teresina e la giusta misericordia di Dio

«Io spero tanto nella giustizia del buon Dio che nella sua misericordia. È per il fatto che Egli è giusto che è compassionevo

per sostenere il piccolenote

unnamed
Impressioni / 9 agosto

Il “miracolo della neve”

Il 5 agosto la Chiesa fa memoria della dedicazione della Basilica di Santa Maria Maggiore, la più antica chiesa d'Occidente dedicata alla Madonna.   In questa occasione, nella Basilica romana è uso rievocare il "miracolo della neve", legato alla nascita dell'edificio di culto. Così, durante la liturgia, dal cassettone posto sopra l'altare, da secoli viene rilasciata una cascata di candidi petali, che fluttuando, cadono dabbasso.   Il miracolo al quale si rimanda si sarebbe verificato nella notte del 5 agosto dell'anno 352: un nobile romano, che aveva fatto il proposito di offrire i suoi beni per edificare una chiesa dedicata alla Madonna, aveva fatto un sogno: un luogo innevato gli indicava il punto in cui avrebbe dov...

unnamed-360x282
Impressioni / 22 luglio

La Madonna de Noantri

La foto raffigura la Madonna de Noantri, così come si vede, ed è venerata, nella chiesa di Sant’Agata in Trastevere. La tradizione racconta che nel 1535, dopo una forte tempesta, alcuni pescatori trovarono tale statua lignea sulle rive della foce del Tevere, impigliata nelle reti da pesca.   La statua fu donata ai frati Carmelitani della chiesa di San Crisogono e da allora i romani del quartiere di Trastevere la adottarono come loro protettrice, ribattezzandola "La fiumarola", ma anche "Madonna de noantri", titolo poco "alto", ma indicativo di un affetto popolare.   Ogni anno, a luglio, durante la tradizionale Festa de noantri, viene portata, vestita con uno dei suoi tantissimi e preziosi abiti, in processione ...

unnamed
Impressioni / 13 luglio

Re Federer

Pur non avendo vinto il recente torneo di WimbledonRoger Federer, l'immortale, ha incantato ancora. Quando nei quarti ha eliminato Marin Cilic, in una partita memorabile, vinta dopo essersi trovato sotto di due set.   La bellissima immagine del re Federer, la persona in cui si realizza il gesto naturale del tennis, compresi i salti proibiti ad ogni altro essere umano, quando la palla è perfettamente all'apice, mi ricordano uno scritto del padre della regia teatrale moderna in cui incrociavo la passione giovanile del tennis, il ricordo dei lunghi e a volte tediosi allenamenti e la gioia quando un colpo riusciva, quasi miracolosamente alla perfezione.   Ne avverto ancora l’odore forte. La terra rossa appena bagn...