Postille
18 luglio

Trump, Putin, Netanyahu: accordo sulla Siria

C'è accordo tra Netanyahu, Trump e Putin sulla Siria. Lo rivela Debkafile, sito vicino all'intelligence israeliana. L'intesa sulla Siria Debka ricorda che Putin, nella conferenza stampa congiunta con Trump, ha detto che occorre rispettare l'intesa del 1974, che stabilisce i confini tra Israele e Siria e prevede un'area smilitarizzata tra i due Paesi. L'idea sarebbe

Postille
18 luglio

Gaza: la guerra degli aquiloni

Tamburi di guerra in Israele per una nuova guerra a Gaza (vedi Timesofisrael e Debkafile). Tutto è pronto per la guerra degli aquiloni, quelli che da Gaza, da qualche tempo, fanno volare oltreconfine. Dalle manifestazioni agli aquiloni incendiari Si tratta di aquiloni ai quali è assicurato del materiale incendiario che, quando tocca terra di là del confine, a volte

Postille
17 luglio

Helsinki, Pechino e il compromesso globale

Il vertice di Helsinki tra Putin e Trump è andato bene. E i padroni del mondo e della parola schiumano rabbia, come da dichiarazioni di uno dei loro portavoce (vedi John McCain, cliccare qui). Helsinki Tanta rabbia politica e mediatica è inquietante per un summit che si prefiggeva l'obiettivo della distensione internazionale. Evidentemente la prospettiva di un

Postille
16 luglio

Calcio: la pax mondiale e le Pussy Riot

La pax mondiale ha tenuto. E questo è forse il dato più interessante uscito da questi mondiali di calcio in Russia. Ma andiamo per ordine. Meticciato e Françafrique Anzitutto la vittoria della Francia, che i media mainstream indicano come il trionfo del meticciato sulla chiusura delle frontiere, stante la formazione colored dei transalpini. Lettura alquanto

Postille
14 luglio

La bomba Mueller sul vertice Trump-Putin

Fuoco di sbarramento isterico sul vertice Trump-Putin a Helsinki. Ieri il procuratore Robert Mueller, titolare dell'inchiesta sul Russiagate, ha incriminato 12 agenti segreti di Mosca, accusandoli di aver hackerato il database del partito democratico per sabotare la corsa di Hillary Clinton (che a sua volta ha sabotato quella di Bernie Sanders, ma su questo non si

Postille
13 luglio

Siria: cade Daraa, il regime-change è fallito

L'esercito siriano riprende il controllo dell'intera città di Daraa, dove fu innescata la miccia del regime-change siriano. Conquista simbolica, dunque, che si aggiunge a quella meno simbolica ma più importante della riconquista del confine con la Giordania (vedi Piccolenote). Dopo Daraa, l'area del Golan Ormai per completare l'operazione volta a riprendere il controllo

Postille
12 luglio

Trump, Putin e l’Iran, passando via Nato

Giro di danza di Donald Trump in Europa. Prima tappa il vertice Nato, poi la mesta Gran Bretagna (vedi Piccolenote), infine, il 16 luglio, il vero motivo del tour, l'incontro con Vladimir Putin. Lo show di Trump alla Nato Al vertice Nato ha fatto il suo atteso show, chiedendo all'Europa di investire più soldi e più Pil nella difesa comune. Invece di prendere la palla al

Postille
12 luglio

Le dimissioni di Boris Johnson e della Brexit

Si dimette Boris Johnson, ministro degli Esteri britannico. In aperto dissenso con Theresa May che accusa di aver tradito la Brexit. Mister Boris Johnson e la Brexit Un gesto che segue le dimissioni, meno pesanti ma forse più simboliche, del ministro per la Brexit, David Davis. Il primo ministro britannico in passato è riuscita a superare ardui perigli. Ma ora ha a

Chiesa
11 luglio

In memoria di san Benedetto da Norcia

Oggi la Chiesa fa memoria di san Benedetto. Proponiamo un articolo sul santo pubblicato dall'Associazione don Giacomo Tantardini. Per leggerlo, cliccare qui.

Postille
10 luglio

Siria: Damasco riprende la frontiera con la Giordania

L'offensiva dell'esercito siriano nel Sud, nella provincia di Daraa, occupata dalle milizie jihadiste, ha riportato sotto il controllo di Damasco la frontiera con la Giordania. Uno sviluppo militare di rilevanza primaria, che chiude un nuovo capitolo della guerra siriana. Un capitolo di alta rilevanza simbolica, dato che proprio a Daraa, nel 2011, erano iniziate le proteste