Padre Jacques Hamel, ucciso da due uomini che hanno fatto irruzione a Rouen mentre il sacerdote stava celebrando la messa, in una foto pubblicata su Twitter da un parrocchiano.
+++ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++
Notes / 27 luglio

Un Notes per padre Hamal

«Liberami dai nemici, mio Dio/ proteggimi dagli aggressori/ proteggimi da chi fa il male / salvami da chi sparge sangue. / Ecco, insidiano la mia vita, / contro di me si avventano i potenti». Così il salmo responsoriale della messa di oggi, che ci è stato girato da un amico a commento dell'assassinio di padre Jacques Hamal, avvenuto ieri in Francia. Conforto al cuore, ma anche all'intelligenza, come ci ha scritto.   Per parte nostra, sempre a questo proposito, piace accennare tre cose.   Anzitutto la reazione del suo amico fraterno Mohammed Karabila, imam della moschea di Saint-Etienne-du-Rouvray, il paese in cui padre Hamal esercitava il suo ministero e con il quale condivideva un cammino di dialogo interconfessionale.   Stravolto, ha condannato senza messi termini gli assassini che agiscono «prendendo a pretesto» la religione islamica per attaccare civili e simboli religiosi. «Ha dato la vita per gli altri», ha detto accennando al martirio dell'am...

hillary-clinton-thumbs-up
Mondo / 27 luglio

Di email e sacerdoti uccisi

«Il modo migliore per aiutare Israele a fronteggiare la crescente capacità nucleare iraniana è aiutare il popolo siriano a rovesciare il regime di Bashar el Assad [...] è la relazione strategica tra l'Iran e il regime di Assad in Siria che rende possibile a Teheran di minare la sicurezza israeliana. Quindi quel regime va distrutto. [...] La rivolta popolare esplosa contro il regime è quel che ci vuole». Questa una email di Hillary Clinton, quando era Segretario di Stato, pubblicata sulla newsletter Cognitive liberty e ripresa da Alberto Stabile sulla Repubblica del 27 luglio.   Nota a margine. Nel suo articolo, Stabile fa notare la discrepanza tra le posizioni assunte allora dalla Clinton e quelle di Obama. Il presidente Usa, infatti, ha voluto a tutti i costi negoziare con l'Iran sul nucleare, considerando tale accordo come l'unico strumento atto a evitare minacce a Israele, scongiurando, anche nell'interesse di Tel Aviv, pericolosissime avventure militari.   ...

germania-attentato-ansbach003-1000x600
Postille / 26 luglio

Ansbach: il kamikaze riluttante

Mohammed Deleel ha fatto strage ad Ansbach, Germania. Il terrorista secondo quanto ricostruito dalle autorità, si è costruito la sua bomba in casa e si è fatto esplodere. Rifugiato siriano, le testimonianze su di lui sono discordi, ma pare dicesse di odiare i fondamentalisti (Tonia Mastrobuoni sulla Repubblica del 26 luglio).   Quindi l'ha messa in uno zaino e si è recato a un concerto, dove avrebbe tentato di entrare senza biglietto. Rinuncia, quindi si posiziona davanti a un bar dove inizia a camminare nervosamente avanti e indietro. Quindi si fa esplodere.   Nella memoria del suo cellulare è rinvenuto un video di rivendicazione, nel quale spiega i motivi del gesto. A casa sua gli inquirenti trovano componenti per fare una bomba. L'Isis afferma: «È un nostro soldato». Tutto spiegato. Non piace la dietrologia e le sue derive. Ma, da giornalisti, non possiamo non porci domande.   La prima: perché tentare di entrare a un concerto senza bigli...

mondo

26 luglio

Turchia: i messaggi dei golpisti

turchia33

«Il maggiore Karabekir intima: "Travolgeteli, inceneriteli. Nessun compromesso". Un corteo marcia verso i ponti del Bosforo. Il maggiore Aygar comunica di averne "abbattuti venti o trenta". Il generale Duzenli chatta: "trasmettere l’ordine di fare fuoco sulla folla. Quelli che sono sotto tiro si

25 luglio

Poca sicurezza a Nizza

ATTENTATO-NIZZA-CAMION-770x485

«A dieci giorni dalla strage sulla Promenade di Nizza, 84 morti e 12 che lottano ancora per vivere, i sospetti e i veleni - tra Stato e Regione, tra polizia nazionale e locale, tra destra e sinistra - si stanno prendendo tutta la scena. Ieri, l'ennesimo scontro dopo un'intervista rilasciata al Jour

25 luglio

Sanders doveva essere fermato

bernie-sanders

«Sono quasi 20mila email, tutte scritte da esponenti del partito democratico durante le primarie. E tutte contro Bernie Sanders, vecchio politico e nuovo democratico, che ha conteso fino all'ultimo la nomina della Clinton [...] Migliaia di email scambiate per mesi in lungo e largo gli States tra i

23 luglio

La Clinton: nessun compromesso

kaine

«È il primo segnale che Hillary Clinton non sarà “ostaggio” di Bernie Sanders, né alla convention democratica che si apre lunedì a Philadelphia, né dopo. Scegliendo come suo vice il senatore della Virginia Tim Kaine, la Clinton non ha sorpreso. È andata sul sicuro».   «[...] Ma s

22 luglio

Nizza si oppone alla distruzione dei video della strage

strage-nizza-2

L'unità francese anti-terrorismo (Sdat) ha chiesto alla municipalità di Nizza la «cancellazione completa» di tutti i filmati relativi alla strage avvenuta nella notte del 14 luglio, immortalata dalle videocamere di sorveglianza sparse in città. Una richiesta invero bizzarra, motivata uffici

notes

21 luglio

L’attesa del Signore

Nella rubrica Romafelix abbiamo pubblicato una recensione del libro di Elena Bono "La moglie del procuratore". Una lettrice ci ha inviato un brano relativo a un altro racconto della scrittrice, Piccolo Abi.   In questo brano, la Bono si approccia al giorno dell'Ultima cena con uno sguardo singolare, soffermandosi sul momento nel quale Gesù invia due dei suoi a Gerusalemme, spiegando loro che avrebbero incontrato un uomo con una brocc

per sanctos

Teresina e la giusta misericordia di Dio

«Io spero tanto nella giustizia del buon Dio che nella sua misericordia. È per il fatto che Egli è giusto che è compassionevo

per sostenere il piccolenote

unnamed-360x282
Impressioni / 22 luglio

La Madonna de Noantri

La foto raffigura la Madonna de Noantri, così come si vede, ed è venerata, nella chiesa di Sant’Agata in Trastevere. La tradizione racconta che nel 1535, dopo una forte tempesta, alcuni pescatori trovarono tale statua lignea sulle rive della foce del Tevere, impigliata nelle reti da pesca.   La statua fu donata ai frati Carmelitani della chiesa di San Crisogono e da allora i romani del quartiere di Trastevere la adottarono come loro protettrice, ribattezzandola "La fiumarola", ma anche "Madonna de noantri", titolo poco "alto", ma indicativo di un affetto popolare.   Ogni anno, a luglio, durante la tradizionale Festa de noantri, viene portata, vestita con uno dei suoi tantissimi e preziosi abiti, in processione ...

unnamed
Impressioni / 13 luglio

Re Federer

Pur non avendo vinto il recente torneo di WimbledonRoger Federer, l'immortale, ha incantato ancora. Quando nei quarti ha eliminato Marin Cilic, in una partita memorabile, vinta dopo essersi trovato sotto di due set.   La bellissima immagine del re Federer, la persona in cui si realizza il gesto naturale del tennis, compresi i salti proibiti ad ogni altro essere umano, quando la palla è perfettamente all'apice, mi ricordano uno scritto del padre della regia teatrale moderna in cui incrociavo la passione giovanile del tennis, il ricordo dei lunghi e a volte tediosi allenamenti e la gioia quando un colpo riusciva, quasi miracolosamente alla perfezione.   Ne avverto ancora l’odore forte. La terra rossa appena bagn...

IMG_9815
Impressioni / 5 luglio

Stelle

«L'uomo occidentale è talmente circondato da idee e bombardato da opinioni, concetti e strutture di informazione di ogni tipo, che diventa difficile fare esperienza di qualsiasi cosa senza il filtro di queste strutture. Il mondo naturale - la nostra fonte tradizionale di comprensione diretta - sta scomparendo rapidamente».   «Gli abitanti delle nostre città moderne non possono nemmeno vedere le stelle. Questo umiliante promemoria del posto che l'uomo ha nel grande disegno delle cose, e che un tempo gli esseri umani vedevano ogni ventiquattro ore, gli è negato. Non è sorprendente che l'uomo abbia perso l'orientamento, che abbia perso le tracce di chi sia veramente e di che cosa sia davvero la sua vita». Da Travels, di M...