Mondo
21 febbraio

Bernie Sanders run again

Bernie Sanders ha annunciato la sua candidatura per le presidenziali del 2020. Il partito democratico cala l'asso, dato che gli altri candidati non erano accreditati per una vittoria contro Trump. Il senatore del Vermont ha l'handicap: il radicalismo, che può alienargli voti moderati, l'età avanzata, che lo espone a critiche sulla sua reale efficienza, ma soprattutto

Mondo
21 febbraio

Israele: Netanyahu, la nuova Destra e la variabile Gantz

Israele sta vivendo un momento convulso in vista delle elezioni del 9 aprile. Convulsioni che denotano una fibrillazione all'interno della politica e della società israeliana. Il premier Netanyahu è in testa ai sondaggi, ma, dopo decenni di dominio, appare preoccupato. La Nuova Destra Dei successi dei suoi avversari interni alle primarie del Likud, di cui Netanyahu

Mondo
19 febbraio

Germania e Usa: la guerra del North Stream 2

Assalto finale degli Stati Uniti al North Stream 2, il gasdotto sottomarino che dovrebbe portare il gas russo direttamente in Germania. Pence e il North Stream 2 Alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco il vice-presidente Usa Mike Pence ha affondato in maniera durissima: "Non possiamo garantire la difesa dell'Occidente se i nostri alleati dipendono dall'Oriente". Ed ha

Mondo
18 febbraio

Guerra in Yemen: l'accordo di Hodeida

Il porto di Hodeida sarà presto liberato, ha annunciato l'Onu, ulteriore passo verso la difficilissima pace nel martoriato Yemen, dove la guerra imperversa da anni. L'accordo in Yemen Grazie alla mediazione Onu la coalizione a guida saudita e i ribelli Houti (legati all'Iran) si sono accordati per ridistribuire le proprie forze nella città: gli Houti lasceranno cadere

Mondo
15 febbraio

Una guerra per il popolo del Venezuela?

"Il cibo è diventato un'arma in Venezuela". Questo il titolo di un articolo del Washington Post del 15 febbraio. E proprio gli aiuti umanitari sono il focus dello scontro che sta avvenendo nel Paese latinoamericano. Il rischio degli aiuti umanitari Il consigliere per la sicurezza nazionale Usa John Bolton ha annunciato l'invio di aiuti americani (e di altri) al popolo

Mondo
15 febbraio

La guerra all'Iran per un Medio oriente in pace?

Si è svolta ieri la Conferenza di Varsavia dal tema "Pace e sicurezza in Medio Oriente". In realtà una chiamata a una crociata contro l'Iran fortemente voluta dal Segretario di Stato Usa Mike Pompeo e dal premier israeliano Benjamin Netanyahu. Contraddizioni Settanta i Paesi partecipanti, anche se, come nota un articolo del Washington Post di ieri, molti di questi hanno

Mondo
14 febbraio

Soros: l'Unione europea come l'Urss

"Europa per favore, svegliati". Questo il titolo di un querulo articolo di George Soros pubblicato sulla sua piattaforma personale, il Projetct Syndacate. Articolo sintetizzato nel sottotitolo: "L'UE assomiglia all'Unione Sovietica nel 1991 - sull'orlo del collasso". Per Soros l'Europa sta "vivendo un momento rivoluzionario", pericolo non percepito dalle forze

Mondo
12 febbraio

Nikki Haley è feroce: l'opa neocon sulle elezioni del 2020

"Nikki Haley è feroce". Questo il titolo di un lungo articolo di Michael Warren che da mesi campeggia sulla prima pagina del sito Weekly Standard, la Bibbia dei neoconservatori americani. Giuseppe Sarcina, sul Corriere della Sera di ieri, riferisce l'attivismo dell'ex ambasciatrice all'Onu degli Stati Uniti, che ha rinunciato all'incarico il 9 gennaio scorso e ha

Mondo
9 febbraio

Il Venezuela e l'emisfero di Bolton

L'ipotesi di una guerra in Venezuela rafforza. Galeotta un'intervista dell'Agence France Press all'auto-nominato presidente Juan Guaidò. L'intervistatore pone una domanda alquanto singolare, se cioè egli sarebbe disposto ad autorizzare un intervento armato esterno nel suo Paese. Pur spiegando che è la questione è "controversa", Guaidò aggiunge che farà "tutto

Mondo
8 febbraio

Siria: il nodo Idlib e i raid israeliani

Putin, Erdogan e Rouhani si incontrano a Sochi per un altro round di negoziati sulla Siria. A quanto pare, il nodo del dialogo sarà Idlib, ancora in mano ai terroristi di al-Nusra, che non hanno alcuna intenzione di sloggiare. Due notizie di questi giorni, di fonte russa, confermerebbero tale focus. La prima è l'invito rivolto da Mosca alla Turchia a dare una svolta